L’Ortobene #37 del 20 ottobre 2019

Importanti novità da Ottana dove non si ferma la battaglia dei familiari delle vittime dell’amianto nonostante la richiesta di archiviazione per otto indagati responsabili dei processi produttivi delle fabbriche. Nella nostra “Terra dei fuochi” prosegue l’impegno per il riconoscimento delle malattie professionali, per la sorveglianza sanitaria e per le bonifiche.
In primo piano anche i dati sugli infortuni sul lavoro dopo la Giornata provinciale dell’Anmil vissuta quest’anno a Sarule, record negativi per Nuoro e Ogliastra dove gli incidenti sono cresciuti in controtendenza con il dato nazionale.
La vicenda del Geoparco minerario bocciato dall’Unesco vede questa settimana l’intervento dei sindaci di Orani Antonio Fadda e di Lula Mario Calia.
Due storie arricchiscono il giornale di questa settimana: quella di Federica Scanu, nata a Santa Lucia, studentessa al Nautico di Siniscola e poi all’Accademia della Marina mercantile a Genova, a soli 29 anni ha scalato la gerarchia nei gradi di bordo fino a divenire comandante. A Sarule invece, grazie al lavoro certosino di Antonio Forma, rinasce un pezzo d’Aragona, come vivere la storia attraverso l’architettura.
Nelle pagine della vita ecclesiale la seconda puntata del saluto al nuovo Vescovo da parte di associazioni e movimenti ecclesiali, la presentazione della Giornata europea contro la Tratta di persone che si vivrà questa settimana e ancora una intervista al nuovo direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali della Cei Vincenzo Corrado.
Le notizia dai paesi, la cultura, le rubriche consuete completano il numero.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn