L’Ortobene #28 del 21 luglio 2019

Un numero lunare, anzi spaziale, quello che celebra i 50 anni della missione Apollo 11 che ha portato i primi uomini sulla Luna: il settimanale ricorda l’evento a partire dalle parole di Paolo VI, con la cronaca di quei giorni, con le perle giornalistiche di Oriana Fallaci e si tuffa in avanti, verso il mistero, con l’intervista doppia all’astronauta Paolo Nespoli e all’ingegnere di Gavoi Marco Buttu, reduce da una avventura di 13 mesi in Antartide – che a suo tempo L’Ortobene aveva documentato -, esperienza tra le più vicine a quelle future su Marte.
In primo piano, per la cronaca cittadina, l’emergenza abitativa, gli stranieri residenti in Provincia con i dati forniti dalla Questura di Nuoro, la partenza della Scuola di Lettura e Scrittura in partnership tra Consorzio UniNuoro e diversi attori istituzionali e produttori di cultura.
Spazio ai temi del fine vita, tornati di attualità dopo la morte di Vincent Lambert, con un documento firmato da numerose associazioni.
Dai paesi si segnala in particolare la nascita della Fondazione Farris-Tedde a Siniscola, ancora un bilancio sull’anno scolastico con la voce di un dirigente in carica, Giuseppe Giovanni Carta, e la visione storica dell’ex provveditore agli studi della Provincia Pietro Cancellu.
Una riflessione a partire dai recenti mondiali di calcio femminili le consuete rubriche e l’attualità completano un numero da collezione con una testata unica per l’occasione.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn