L’Ortobene #26 del 12 luglio 2020

La solitudine di Orgosolo, con un calo di 150mila presenze, è l’emblema della crisi causata dalla pandemia per l’economia dell’Isola, in particolare per le zone interne. Con i dati e le voci del Supramonte si apre il nuovo numero del settimanale diocesano, un’edizione caratterizzata anche da un prezioso documento esclusivo: i dati delle elezioni del 1913 e del 1919 riscrivono la verità sulla figura di Menotti Gallisay, ribaltando la visione di Salvatore Satta ne Il giorno del giudizio.
Ampio spazio agli storici incontri che faranno da colona sonora all’estate, i festival Nuoro jazz e Cala Gonone jazz, e ancora l’attività delle corali tradizionali nel panorama internazionale.
Da Nuoro la storia di Sonia Careddu che dopo 12 anni di lavoro in una importante azienda a Milano ha deciso di ritornare nell’Isola e occuparsi di orientamento, formazione e selezione in ambito occupazionale.
Nelle pagine della vita ecclesiale la storia quasi sconosciuta di un missionario gesuita originario di Dorgali, Pietro De Montes, che fu nelle Filippine dal 1614 al 1666.
Cronache, rubriche e commenti completano il numero in edicola, in edizione digitale e nelle case dei nostri abbonati.

© riproduzione riservata