Il logo di Giulia per la Riserva di Biosfera

Il logo istituzionale della Riserva di Biosfera “Tepilora, Rio Posada e Montalbo” porta la firma di una studentessa della scuola media “Silvio Pellico” di Siniscola e sarà adottato ufficialmente dopo la revisione da parte di un grafico professionista. L’elaborato intitolato “Riservas da Vita” di Giulia Balvis, 12 anni, è stato giudicato il migliore tra i 349 ricevuti dal concorso di idee indetto dal Comitato di gestione della riserva Mab Unesco che ha coinvolto circa 700 studenti di undici dei 17 Comuni che ricadono nell’area di tutela, una delle 15 italiane dal giugno del 2017, quando è stata inserita nel programma “Uomo e Biosfera”, Man and the Biosphere.

Il grande successo del concorso ha permesso soprattutto di centrare l’obiettivo di far conoscere a giovani e giovanissimi l’istituzione. Non a caso alla vincitrice, oltre la soddisfazione per aver primeggiato, va un premio collettivo da condividere con i compagni: un’escursione naturalistico-culturale di un’intera giornata, insieme agli altri 49 alunni della sua scuola, alla scoperta della Riserva di Biosfera di “Tepilora Rio Posada e Montalbo”.

Non è stato facile per il Comitato di gestione scegliere l’elaborato da premiare. Alla fine Silvia Baldas ha per «originalità, identità locale, connubio uomo e natura, versatilità di utilizzo e flessibilità di applicazione» del suo lavoro. Sono stati comunque ritenuti meritevoli di menzioni speciali gli elaborati di Francesca Vanessa Vatieri e Alessia Trevisan (Istituto Alberghiero di Budoni); Angela Derosas, Riccardo Melis, Sara Nanu, Lorenzo Capra (scuola secondaria di primo grado di Torpè); Francesca Berti, Daniel Doneddu, Francesco Migliore e Gabriele Antonio Scanu (scuola secondaria di primo grado di Alà dei Sardi).

A breve tutti gli elaborati presentati al concorso – annunciano gli organizzatori – saranno resi visionabili sulla pagina Facebook della Riserva di Biosfera di “Tepilora Rio Posada e Montalbo”.