L’Isola delle storie, la cultura prende vita a Gavoi

Quattro giorni di mostre, spettacoli, incontri e proiezioni. Da giovedì 4 a domenica 7 luglio a Gavoi si terrà la XVI edizione del Festival letterario della Sardegna, l’Isola delle Storie.
IL PRELUDIO. Domenica 16 giugno dalle ore 18.00 il Festival letterario sarà anticipato da un preludio che prevede l’inaugurazione di due mostre: “Sweets of Sin – Le dolcezze del peccato” dell’artista polacco Miroslaw Balka, e “Intintos” di Daniela Zedda.
La prima mostra sarà ospitata all’interno del Museo del Fiore Sardo, e si focalizzerà sulla scultura “250 x 280 x 120 (Sweets of Sin)” realizzata nel 2004 da Miroslaw Balka, e dedicata a James Joyce e al suo “Ulisse”. Tra i motivi che hanno portato lo scultore polacco a scegliere Joyce come soggetto, è preponderante quello del medesimo orientamento culturale e religioso cattolico dei due. Più in generale, questa prima mostra indagherà il ruolo della figura umana, rappresentato tramite simboli come letti, fontane e stanze. L’esposizione è curata da Luigi Fassie, in collaborazione con il Museo d’arte della provincia di Nuoro (Man).
La seconda sarà una mostra a cielo aperto che si svilupperà lungo le strade di Gavoi. Con “Intintos”, Daniela Zedda colorerà il paesaggio urbano con i volti dei numerosi ospiti del Festival letterario.
Il preludio al Festival di luglio si concluderà alle 18.30 nel cortile di Casa Maoddi con la serata di premiazione degli studenti dell’Istituto Comprensivo di Gavoi, di Orani e di Nuoro, partecipanti alla III edizione della gara di lettura “Crescere leggendo”. L’appuntamento sarà introdotto dalle note dell’organetto di Pierpaolo Vacca. Mezz’ora dopo sarà il turno dello spettacolo teatrale “Memoria del vuoto. La leggenda della Tigre d’Ogliastra”, prodotto dalla Casa di Suoni e Racconti di Monastir a partire dall’omonimo romanzo di Marcello Fois incentrato sulla vita del bandito Samuele Stocchino. La narrazione sarà condotta dalla voce di Anna Brotzu e dalla chitarra e dal sintetizzatore di Andrea Congia.
IL FESTIVAL. Dopo il prologo di giugno, il Festival prenderà ufficialmente il via la sera di giovedì 4 luglio, con lo spettacolo “Solo per voi” di Max Paiella. Si tratta del suo viaggio alla scoperta delle emozioni delle persone, che si svilupperà tra canzoni e imitazioni.
Da venerdì 5 fino a domenica 7 la rassegna letteraria sarà sede di una serie di incontri, laboratori, mostre, letture, spettacoli e proiezioni cinematografiche. Una vasta moltitudine di eventi volti a valorizzare Gavoi con la presenza di intellettuali, artisti, musicisti e altri ospiti di spessore internazionale. Le iniziative non si limiteranno alla letteratura, come dimostra l’appuntamento di venerdì 5 alle 21.00 con l’Osservatorio Astronomico di Cagliari. A quell’ora, il pubblico sarà invitato a incontrare gli esperti per osservare il cielo notturno dalle campagne di Gavoi con l’ausilio di alcuni telescopi.
GLI INCONTRI. I tre giorni ospiteranno un totale di 25 incontri per tutte le età. Questi appuntamenti rientrano all’interno di cicli ciascuno con un tema in comune.
Il primo ciclo, “Dal Balcone”, sarà ambientato nel centro storico, a “S’Antana e Susu”. Qui, lo scrittore Alessandro Giammei introdurrà tre narrazioni sulla maternità: quella di Rossella Milone con il suo libro “Cattiva”, quella di Teresa Ciabatti con “Matrigna”, e quella di Elvira Serra con “Le stelle di Capo Gelsomino”.
In piazza Sant’Antioco avranno luogo gli incontri sul tema “Mezzogiorno di Fuoco – Il censimento dei radical chic”, moderati dallo scrittore Giacomo Papi, e altri appuntamenti serali.
I protagonisti saranno lo scrittore polacco Wojciech Tochman, la scrittrice irlandese Catherine Dunne, intervistata da Chiara Valerio, lo statunitense Eli Gottlieb e la scrittrice inglese Rachel Cusk. Quest’ultimo appuntamento è realizzato in collaborazione con il Festival Florinas in giallo. I protagonisti italiani saranno invece il direttore generale dell’Istituto della Enciclopedia italiana Massimo Bray, il giornalista Rai Marco Varvello, il fondatore della casa editrice People Pippo Civati, il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, accompagnato da Maurizio Zaccaro, sceneggiatore e regista del film dedicato al libro del medico “Lacrime di sale”, lo scrittore Emanuele Trevi, e l’ex astronauta Paolo Nespoli, intervistato dalla giornalista Elvira Serra.
Nel corso dei tre pomeriggi in piazza Mesu Bidda si svolgeranno gli incontri del ciclo “Altre Prospettive” moderati dal giornalista Ignazio Caruso. Tre appuntamenti con due scrittori ciascuno: il primo con Paolo Colagrande e con la scrittrice slovacca Svetlana Žuchová, poi sarà il turno di Stefano Sgambati e della poetessa romena Ofelia Prodan, e, infine, Marina Mander si confronterà con l’austriaca Carolina Schutti.
Ancora, durante il fine settimana, dalle ore 11.00 al Giardino Comunale e dalle ore 18.30 a Casa Maoddi, Fabio Geda condurrà la serie di incontri “Fronte del Palco”, che si concentrerà sui linguaggi dei giovani e degli adolescenti.
Saranno presenti lo scrittore americano Nana Kwame Adjei-Brenyah, la ragazza di origine peruviana eretta a simbolo della protezione dei diritti dei migranti Elisabeth Arquinigo, il co-fondatore della casa editrice People Stefano Catone, la scrittrice e sceneggiatrice Simona Sparaco e il sociologo Stefano Laffi.
Per i bambini e per i ragazzi, l’Associazione Lughenè di Davide Meloni e Francesca Frongia organizzerà alcuni incontri e laboratori. Gli incontri, moderati dall’attore Alfonso Cuccurullo, avranno luogo venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 alle 16.30 a Casa Maoddi. Si partirà con Noemi Vola, autrice del libro “Un orso sullo stomaco”, mentre sabato 6 toccherà a Luigi Garlando con il libro “Quando la luna ero io”, e domenica 7 Christian Hill presenterà il suo ultimo libro “Il ladro dei cieli”. Sabato quest’ultimo terrà anche un laboratorio di ingegneria applicata alla carta, dal titolo “Il paracadute di Leonardo”.
I LABORATORI. Oltre al laboratorio di Christian Hill sono previste altre occasioni creative e sperimentali. Gianni Atzeni condurrà il laboratorio “Cavallini dal maniscalco buontempone e Cavalli liberi e un po’ matti, a volte…meno/matti”; il Sistema Bibliotecario del Sulcis preparerà le attività “Sbarchiamo sulla luna, laboratorio di narrazione e gioco” e “Lassù che c’è”. Invece, l’Istituto Europeo di Design (IED) di Cagliari gestirà l’esperienza di disegno e decorazione “Manuale indossabile per terrestri ribelli”, e il Centro internazionale di fumetto di Cagliari piloterà il laboratorio di illustrazione e fumetto “Super fumetti”.
Le altre occasioni laboratoriali presenti saranno “Blu la Luna” dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari, “Trasformiamoci” del Museo delle Maschere di Mamoiada, “Che genio Leonardo!” del Bibliobus di Nuoro e “Come suonano gli alieni”, laboratorio per la costruzione di strumenti musicali originali condotto da Marco Valentino.
Inoltre, i bambini potranno partecipare a due LabCamp, cioè due laboratori che si svilupperanno nell’arco di tre giornate. “CineMoon” di Claudia Piras esplorerà l’universo del cinema e delle gif animate, mentre il Teatro Silfo con “Il Piccolo Principe” metterà a fuoco il pop up applicato al teatro.
Sempre per i bambini Alfonso Cuccurullo preparerà tre laboratori creativi: “Pagine selvatiche: faccia a faccia con le bestie incontrate nei libri e non solo…”, “Sorrisi al sole. Carrellata di storie ironiche per raddrizzare lo spirito” e “Brivido caldo. Rassegna di racconti del brivido per cuori impavidi”. Inoltre, la Biblioteca di Cagliari si occuperà di “Buon compleanno. Nati per leggere!”, momento di reading per genitori e bambini dai 0 ai 5 anni. Infine, l’Associazione Lughenè curerà la proposta ludica “Gle-grandi giochi in legno”.
LE MOSTRE. Nella vasta offerta culturale del Festival letterario della Sardegna non mancheranno le esperienze visive. La tre giorni vedrà Noemi Vola presentare le tavole del libro “Di qui a molto lontano”, mostra accompagnata da una visita guidata e da un laboratorio di illustrazione.
All’ex Caserma si terranno altre esposizioni: “L’Isola delle Storie a matita” di Claudia Piras, “A riveder le stelle. Storie, immagini, musica e film su astronomia e scienze” a cura della Biblioteca ragazzi di Cagliari, che realizzerà anche l’esposizione “Il vento dei 20. Buon compleanno nati per leggere 1999-2019”.
LE LETTURE. Ogni pomeriggio il giardino comunale sarà il palcoscenico per i reading, le letture ad alta voce. In queste occasioni sarà possibile ascoltare le interpretazioni di Wanda Marasco del suo libro “La compagnia delle anime finte”, dello scrittore Maurizio De Giovanni con il suo ultimo romanzo “Il pianto dell’alba”, di Francesca Mannocchi con il suo libro fresco di stampa “Io Khaled vendo uomini e sono innocente”.
A queste voci se ne aggiungeranno altre, quelle delle attrici Anna Brotzu, Camilla Soru e Agnese Fois. Le tre interpreti dedicheranno alcuni momenti di lettura a Leonardo Sciascia, a 30 anni dalla morte, “Alla Luna” di Leopardi, a 200 anni dalla prima edizione, e a Primo Levi per i 100 anni dalla nascita.
LO SPETTACOLO E LE PROIEZIONI. Sabato 6 luglio alle ore 21.00 il Teatro Silfo di Murcia metterà in scena lo spettacolo “Cartoni Animali”, accompagnato dalle musiche dal vivo di Marco Valentino. Lo stesso giorno, nel Salone parrocchiale in piazza San Gavino si terrà la rassegna “Spazio Cinema” a cura dell’Associazione Skepto, con una serie di cortometraggi di fantascienza provenienti da tutto il mondo. Nello stesso ambito, domenica 7 luglio alle ore 11.20, Jacopo Cullin e la direttrice della Fondazione Sardegna Film Commission Nevina Satta presenteranno “L’uomo che comprò la luna” di Paolo Zucca. La pellicola sarà proiettata a margine dell’evento e, successivamente, alle 16.00 del pomeriggio.
LA MUSICA E LA GRAFICA. La maggior parte degli incontri e dei reading saranno accompagnati dalle esecuzioni musicali del Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari, con l’artista Kojiro Yorimoto e le formazioni musicali Bianca Frau Quartet e Bittersweet Cellos Quartet.
Il Festival sarà rappresentato graficamente dai disegni di Angelo Monne elaborati da Sabina Era. Perdipiù, la maggior parte degli appuntamenti sarà visibile in diretta streaming grazie all’intervento tecnico di Tiscali, Moovioole e Streamera.
L’ORGANIZZAZIONE. Il Festival L’Isola delle storie è organizzato dall’Associazione Culturale omonima, in collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna, l’Assessorato ai Beni Culturali, l’Assessorato al Turismo, il Comune di Gavoi, la Camera di Commercio di Nuoro, Fondazione di Sardegna, Enel Green Power, Unione dei Comuni di Barbagia, Bacino Imbrifero Montano (Bim) del Taloro, ed è patrocinato dal Presidente del Consiglio Regionale della Sardegna e da Rai Sardegna.
Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito www.isoladellestorie.it, oppure inviare una mail all’indirizzo info@isoladellestorie.it.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn