La Sardegna torna a volare

(DIRE) Cagliari, 3 giu. – Riprendono i voli in continuità territoriale da Alghero e Olbia, su Roma e Milano. Alitalia ha avviato oggi i collegamenti dai due scali nel nord della Sardegna, che si aggiungono ai servizi aerei in continuità effettuati dall’aeroporto di Cagliari, rimasto sempre attivo durante il periodo di lockdown. La compagnia di bandiera garantisce così i collegamenti su tutte le sei rotte in continuità territoriale dai tre aeroporti sardi: Cagliari-Roma Fiumicino, Cagliari-Milano, Olbia-Roma Fiumicino, Olbia-Milano, Alghero-Roma Fiumicino, Alghero-Milano. I voli da e per Milano saranno effettuati sull’aeroporto di Malpensa sino alla riapertura di Linate.
Alitalia, è specificato in una nota, ha condiviso con la Regione Sardegna un operativo specifico che prevede sei voli al giorno (tre andate e tre ritorni) sulla Cagliari-Roma Fiumicino, e quattro voli al giorno (due andate e due ritorni) sulle altre tratte. Su tutte le rotte è sempre assicurata la partenza dall’isola la mattina presto e il rientro in serata, in modo da garantire i viaggi di andata e ritorno in giornata per i residenti in Sardegna. «La compagnia, inoltre, si mantiene in stretto contatto con la Regione Sardegna per verificare l’andamento delle prenotazioni ed eventualmente aggiungere ulteriori voli nel caso si manifestasse una ripresa della domanda tale da giustificare un numero superiore di servizi giornalieri».
Per quanto riguarda il regime tariffario dei voli in continuità territoriale, fino al 14 giugno e dal 16 settembre al 24 ottobre sarà in vigore un’unica tariffa per i residenti e per i non residenti in Sardegna. Dal 15 giugno al 15 settembre saranno invece disponibili due diversi schemi tariffari, uno per i residenti e l’altro per i non residenti nell’isola. «Tutti i voli Alitalia – assicura la compagnia- vengono effettuati con capienza degli aerei contingentata, al fine di rispettare le attuali disposizioni di legge sul mantenimento del distanziamento minimo».
(Api/ Dire) 13:52 03-06-20 NNNN

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn