La rassegna musicale teatrale dell’Istituto “Piero Borrotzu”

“La musica si fa teatro, il teatro si fa musica”, questo il tema della rassegna musicale teatrale 2017 dell’Istituto comprensivo numero 2 Pietro Borrotzu di Nuoro che ha messo in cartellone, in una felice collaborazione con Bocheteatro – la compagnia che cura la gestione del nuovo teatro di San Giuseppe l’Ente musicale di Nuoro, la Scuola civica di musica “Antonietta Chironi” e il Cesp di Pratosardo, tre appuntamenti dedicati in particolare agli alunni delle scuole nuoresi e che avranno come protagonisti gli stessi ragazzi dell’istituto.
Primo appuntamento il 6 e 7 aprile con “Foody” di Andrea Basevi su libretto di Roberto Piumini. Protagonisti gli alunni delle scuole elementari che interpreteranno frutti e verdure affiancati da un cuoco e una pittrice. L’opera, composta in occasione di Expo 2015, è dedicata al cibo e vuole raccontare alle giovani generazioni, attraverso la musica, la poesia e l’ironia, l’importanza di una alimentazione corretta.
Il 4 e 5 maggio il Coro dell’Istituto comprensivo 2 sarà protagonista de “Il gatto con gli stivali” di Enrico Miaroma, con l’accompagnamento del clarinetto di Valentina Fiore, dei pianisti Maria Gavina Colomo e Andrea Ivaldi, da un percussionista, dalle danze di Antonietta Mura, l’azione teatrale di Monica Corimbi. Scenografia e costumi saranno preparati da alunni e docenti in collaborazione con il Cesp, l’allestimento sarà di Rosa Denti e la direzione di Franca Floris.
Terzo appuntamento a novembre con “Scherzo”di Felix Resch, opera che racconta con parole e musica una storia, un sogno, uno scherzo. Con la voce narrante di Andrea Papi saranno protagonisti il gruppo strumentale della Scuola civica di Musica e il Coro dell’Istituto Borrotzu.
La scuola ha istituito dal 1994 la prima sezione musicale che nel corso degli anni ha arricchito la sua esperienza didattica e formativa fino a diventare un qualificato punto di riferimento territoriale nella formazione musicale e coreutica. Ha oggi sei classi a indirizzo musicale con circa 150 allievi, a questi si aggiungono il Coro di voci bianche diretto da Franca Floris e il Coro dei bambini diretto da Francesco Ganga.

© riproduzione riservata