La giornata delle persone con disabilità

Anche in Sardegna si celebra oggi, 3 dicembre, la Giornata Internazionale delle persone con Disabilità, organizzata a Nuoro dalla Federazione tra le Associazioni nazionali delle persone con disabilità (FAND). Una giornata speciale per promuovere tra i giovani una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, sostenere la piena inclusione delle persone disabili in ogni ambito della vita e allontanare ogni forma di discriminazione e violenza.
La Giornata internazionale delle persone con disabilità è stata proclamata nel 1981 con lo scopo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili. E quest’anno la FAND regionale organizza a Nuoro un momento di festa tra i giovani, “perché loro sono la classe dirigente di domani e sono per noi un terreno fertile in cui impiantare il seme dell’abbattimento dei pregiudizi e di qualsiasi forma di preconcetto”, spiega Giampiero Gioi, presidente regionale della FAND Sardegna.
Nel 1993 la Commissione Europea ha proclamato il 3 dicembre Giornata Europea delle Persone con Disabilità, rendendola un appuntamento non solo per i disabili, ma anche per le loro famiglie, gli operatori, i professionisti che operano nel sociale e, più in generale, per tutti i cittadini.
Sono due i momenti organizzati dalla FAND regionale per la Giornata internazionale delle Persone con disabilità: la mattina a scuola tra gli studenti, e nel pomeriggio, sempre tra i giovani, ma con le associazioni sportive.
Il primo appuntamento è fissato per martedì 3 dicembre, alle ore 09.30, presso l’auditorium de “La via del Teatro”, in via Costituzione a Nuoro: all’incontro con i ragazzi delle scuole superiori della città è prevista la partecipazione della responsabile del Corporate Social Responsability (Csr) del Cagliari Calcio, Gloria Corgiolu, che illustrerà i progetti del Club rosso blu di integrazione tra sport dilettantistico-agonistico e disabilità.
L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti illustrerà ai ragazzi il progetto “Chiaro scuro”, con prove pratiche di esalettura sui testi della scrittrice Grazia Deledda: “Una dimostrazione di come con gli strumenti appositi, in questo caso il sistema Braille, anche le persone cieche possano fruire e offrire cultura, in modo del tutto simile al sistema dei normodotati”, spiega Giampiero Gioi, “ed è proprio questo il messaggio che vorremmo passasse in questa giornata: in assenza di barriere architettoniche e culturali, ciascun disabile, messo nelle stesse condizioni di un normodotato  raggiunge esattamente gli stessi obbiettivi”.
Gli studenti potranno poi confrontarsi con il campione del mondo di sci nautico paralimpico, Daniele Cassioli: “Un esempio di come con la forza di volontà e credendo fermamente in se stessi si possano comunque raggiungere obiettivi che spesso possono sembrare irraggiungibili ”, aggiunge il presidente regionale della FAND.
Nel pomeriggio, dalle 15.00, la giornata proseguirà nella Palestra Coni di via Lazio con giochi e percorsi sportivi, dedicati ai disabili e ai normodotati.
Alla presenza del campione Daniele Cassioli, si confronteranno le società sportive nuoresi, le società affiliate alla Fisdir, Hasterix, Speedy Sport onlus; oltre alla Federazione italiana cronometristi Nuoro, la Pallacanestro Nuoro, con il coinvolgimento dell’Isola che non c’è e della Cooperativa Progetto uomo.
Mertedì 4 dicembre, alle ore 17.30, presso la Biblioteca Satta, il campione di sci paralimpico, presenterà il suo libro “Il Vento contro”, grazie alla collaborazione della libreria Mieleamaro di Nuoro.

LA STORIA DELLA FAND

La FAND Sardegna, Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità,  rappresenta e riunisce al suo interno le cinque maggiori associazioni storiche dei disabili: l’ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili), l’ANMIL (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi del Lavoro), l’ENS (Ente Nazionale Sordi), l’UICI (Unione italiana Ciechi ed Ipovedenti)  e l’UNMS (Unione Nazionale Mutilati di Servizio).
Costituita nel 1997 la FAND opera su tutto il territorio nazionale e, a oggi, rappresenta oltre 2.600.000 disabili.
L’obiettivo principale della FAND è quello di perseguire la piena e totale inclusione delle persone con disabilità nei vari ambiti della vita, partendo dall’inclusione scolastica, passando per quella lavorativa, non dimenticando il percorso per poter espletare al meglio tutte le attività sociali delle persone con disabilità.
Il suo obbiettivo è farsi portavoce degli interessi e dei diritti delle persone disabili che rappresenta presso lo Stato, le Regioni, gli enti locali e le forze politiche e sociali.
Per realizzare i fini istituzionali, si propone di promuovere ogni iniziativa diretta alla promozione sociale delle persone con disabilità e alla loro partecipazione alla vita di società.

Antonella Manca

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn