La generosità del Rotary per il San Francesco

«La solidarietà rotariana non è andata in quarantena. Con pochi giri di “Ruota” si è creata una sinergia tra i Rotary club del territorio e il mondo civile che ha consentito il raggiungimento di importanti obiettivi  nel supporto al Nostro Ospedale, il San Francesco di Nuoro, nella lotta contro il Covid-19».
Così i responsabili del Club nuorese descrivono l’iniziativa che ha dapprima coinvolto il club di Dorgali e altri amici del Rotary nell’acquisto e consegna di DPI per il reparto di terapia intensiva e per il Poliambulatorio di Nuoro.
Successivamente il continuo contatto con gli operatori sanitari del San Francesco «ci ha consentito – spiegano dal Club nuorese – di individuare quali fossero le esigenze dei reparti maggiormente coinvolti nell’affrontare l’emergenza: Malattie Infettive e Rianimazione.
Sulla base di queste informazioni, coinvolgendo i Club di Siniscola, dell’Ogliastra  e intercettando la generosità di soci e dipendenti della Cooperativa Unione Pastori di Sarule, altri allevatori e cittadini della comunità sarulese, si è provveduto all’acquisto di un Monitor Parametri vitali per il Reparto di Malattie Infettive e un Monitor Defibrillatore di ultima generazione per la Terapia Intensiva».
Infine i Rotary club Nuoro, Dorgali, Macomer, Ogliastra e Siniscola, grazie alla raccolta fondi del Distretto 2080 “La solidarietà non si ferma”, hanno donato al presidio sanitario di Nuoro mascherine chirurgiche e FFP2 per protezione individuale.

© riproduzione riservata