“Intervallo”, le comunità si raccontano

Si è conclusa la prima edizione di “Intervallo”, foto video contest indetto dalla Biblioteca Associata, gestita dalla Cooperativa per i servizi bibliotecari di Nuoro, con il sostegno delle amministrazioni comunali di Irgoli, Loculi e Onifai. Attraverso il contest – si legge in una nota – si è voluto valorizzare lo sguardo dei ragazzi in rapporto alla comunità e alle bellezze storiche e naturalistiche del loro territorio, per mezzo dello strumento digitale (foto e video). Sul tema si sono esercitati 14 giovani tra gli 11 e 20 anni d’età iscritti in una delle sedi della Biblioteca Associatadi Irgoli, Loculi e Onifai. La premiazione in diretta online sulle pagine Facebook delle biblioteche, ad inizio marzo, ha visto protagonisti gli elaborati prodotti dai ragazzi che, con grande creatività hanno voluto condividere le bellezze del loro paese, immortalate in una fotografia o rivisitate attraverso un breve video.
L’attrice Monica Corimbi, madrina della serata, ha inaugurato l’evento con la presentazione della giuria: quattro professionisti del settore Ester Capelli e Gigi Murru (fotografi), Antonio Sanna e Mattia Toffolon (videomakers); tre giurati designati dalle amministrazioni: Flora Puggioni, Francesco Branchitta e Lidia Vedele che hanno ringraziato i ragazzi per la loro partecipazione e volontà di condividere una visione ‘inedita’ della propria realtà.
La proiezione degli elaborati è stato un susseguirsi di colori, emozioni e musica che, nonostante la modalità a distanza, è stato accolto calorosamente dal pubblico nella forma di commenti e reactions, proseguita durante tutta la diretta.
L’atteso momento dell’annuncio dei vincitori, ha visto sul podio parimerito: Daria Monne di Irgoli, con il video “Sas pretas de conca vraicata”; Angelica Tomainu di Loculi, con la fotografia “Nuraghe preda longa”; Federico Sedda di Onifai, con il video “In giro con l’hoverboard”; ai tre è stato consegnato in premio un tablet, quale strumento utile per continuare a coltivare le proprie passioni.

Anche il mini contest collaterale “Fuori Intervallo” sulle pagine Facebook delle biblioteche organizzatrici – prosegue il comunicato – ha ha visto una partecipazione sentita e attiva delle comunità dei tre paesi, nella forma di numerosi commenti e condivisioni, riconoscendo il maggior numero di likes al video “Ama…Proteggi…Rispetta…La nostra casa” di Sofia Porcu, di Irgoli. Hanno partecipato: Giulia Campus, Alessio Chessa, Marcella Lai, Antonio Monne, Maria Laura Podda di Irgoli, Adele Loche e Stefania Romano di Onifai, Antonio Puggioni, Paolo Ruiu, Salvatore Ruiu di Loculi.
Unanime il plauso delle amministrazioni comunali coinvolte. «Il progetto Contest presentato dalle biblioteche associate ha da subito ottenuto il benestare da parte della Amministrazione comunale di Loculi – ha commentato Lidia Vedele, referente dell’Area Cultura/Istruzione e Sociale. È stato apprezzato in quanto si è proposto come obiettivo generale quello di favorire la partecipazione attiva dei bambini e dei ragazzi. Merita sottolineare l’impegno dei partecipanti a ricercare le peculiarità del proprio territorio che, attraverso il Contest Intervallo, hanno avuto la possibilità di raccontare, secondo il loro punto di vista, riuscendo al contempo a stimolare la curiosità, non solo dei visitatori ma anche quella degli stessi residenti, a conoscere i nostri bellissimi contesti ambientali e culturali ricchi di paesaggi, luoghi di cultura, monumenti».
Entusiasta l’assessora Flora Puggioni di Irgoli: «È sempre intenzione dell’amministrazione mettere in campo interventi che possano promuovere il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei giovani nella conoscenza del nostro patrimonio e territorio e nella valorizzazione dello stesso, sfruttando quelli che sono i loro stessi interessi. Ed è quello che si è riusciti a fare con questo contest. Vista la partecipazione e l’ottimo risultato ottenuto da Intervallo, si è riusciti a coinvolgere i ragazzi di una fascia d’età non sempre di facile raggiungimento scoprendo quello che è il loro punto di vista nella visione della realtà che ci circonda e nella realizzazione dei loro elaborati attraverso i quali loro stessi sono divenuti promotori del nostro patrimonio storico naturalistico».
Le fa eco il sindaco di Onifai Luca Monne: «Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dal contest organizzato dalla Biblioteca Associata, un’evento che coinvolge i ragazzi e la loro creatività nel rappresentareil loro punto di vista del nostro patrimonio naturalistico e storico. Un progetto nel presente che parla del nostro passato e si proietta nel futuro. Perchè quei ragazzi sono il nostro futuro Il loro dinamismo e la loro partecipazione attiva ci lasciano ben sperare che progetti come questi possano sempre essere valorizzati».

L’intero staff della Biblioteca Associata si dice soddisfatto della riuscita del progetto, il cui merito và ai ragazzi che hanno voluto condividere con la comunità tutta il loro speciale punto di vista, mai scontato e brillante.