“Incantos de Orune” cantano per i detenuti

Su iniziativa del cappellano don Giampaolo Muresu, accolta e sostenuta dalla direzione, il coro “Incantos” di Orune diretto da Giuseppe Porcu ha tenuto venerdì scorso (15 febbraio) un concerto nel carcere nuorese di Badu ‘e carros. Un momento anche commovente per molti, con le nove canzoni eseguite tra cui  una dedica ai pastori con “Puite pianghes?” che affronta il dramma dell’emigrazione.

«Abbiamo incontrato uomini che hanno prima seguito con attenzione i nostri canti e poi si sono sciolti in un abbraccio finale che sembrava si stessero scambiando delle persone che si conoscevano da tempo», è la testimonianza dei componenti di “Incantos”: «È stata un’ora e mezza di intensa emozione e commozione, dove era evidente il loro apprezzamento per la nostra visita. Noi ringraziamo don Muresu perché ha reso possibile un momento speciale, ma lo ringraziamo soprattutto per il suo lavoro all’interno del carcere dove porta conforto e testimonianza di fede a persone che hanno ancora bisogno di sentire affetto e parole di speranza. Grazie».