In preghiera per l’Assunta

Sa Madonna ‘e mesaustu, l’Assunta, ovvero – traducendo dal sardo – la Madonna di mezz’agosto (foto sopra di don Totoni Cosseddu). Ferragosto in provincia di Nuoro è innanzitutto il giorno della Dormitio Virginis, una delle più antiche feste mariane con la fede popolare che trovò compimento con  papa Pio XII che nell’Anno Santo 1950, il 1° novembre, con la Costituzione apostolica Munificentissimus Deus, proclamò solennemente come dogma di fede l’Assunzione della Vergine Maria al cielo:  «Pertanto, dopo avere innalzato ancora a Dio supplici istanze, e avere invocato la luce dello Spirito di Verità, a gloria di Dio onnipotente, che ha riversato in Maria vergine la sua speciale benevolenza a onore del suo Figlio, Re immortale dei secoli e vincitore del peccato e della morte, a maggior gloria della sua augusta Madre e a gioia ed esultanza di tutta la Chiesa, per l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei santi apostoli Pietro e Paolo e Nostra, pronunziamo, dichiariamo e definiamo essere dogma da Dio rivelato che: l’immacolata Madre di Dio sempre vergine Maria, terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo. Perciò, se alcuno, che Dio non voglia, osasse negare o porre in dubbio volontariamente ciò che da Noi è stato definito, sappia che è venuto meno alla fede divina e cattolica». Una fede e una devozione popolare antica che viene rinnovata in questi giorni nella novena in corso in tutte le parrocchie della Diocesi di Nuoro e in particolare a Lula e Mamoiada, dedicate appunto all’Assunta, che domani pomeriggio si concluderà con la solenne processione. Come in quasi tutti i paesi è in programma la processione e Sante Messe dedicate alla Madonna, da segnalare la particolarità di Bitti, con la processione-fiaccolata che seguirà alla solenne funzione presieduta dal parroco don Totoni Cossu e toccherà tutte le chiese del paese dedicate alla Madonna.

Dai Gocios.

Fachen festa sos Cristianos

senza perunu rezelu.

Pustis la faghen in chelu

sos anghelos meda ufanos.

cun canticos soberanos

e celestes melodias.

A su chelu imperiale

oje est Arzada Maria.

In alcuni paesi, alle funzioni religiose si accompagna una serie di appuntamenti civili che sono il frutto del lavoro di un intero anno di appositi comitati che nel nome del volontariato esprimono il meglio delle tradizioni locali e della cultura popolare abbinata al valore dell’ospitalità.

DORGALI

La festa è abbinata a quella di San Giuseppe, con il comitato per gli onori al Santo che lavora in tandem con i trentenni, in quest’edizione tocca ai nati nel 1988, giovani della leva che hanno proposto una serie di manifestazioni ricche e articolate. La processione in costume e a cavallo partirà, dopo la Messa celebrata dal parroco don Michele Casula alle ore 18 dalla parrocchia di Santa Caterina d’Alessandria. Sempre domani altre funzioni saranno celebrate alle 7.30 e alle 9.30 nella chiesetta dell’Assunta e alle 9.30 in quella di Santa Lucia.  Tra le manifestazioni civili da segnalare gli appuntamenti con la tradizione equestre: stasera alle 17 le spettacolari evoluzioni sui cavalli lanciati al galoppo le pariglie e le prove di abilità a cavallo (memorial Graziano Masuri), mentre il 16 agosto alle ore 15 Palio dei pony, un’ora dopo il palio degli asinelli e alle ore 17 la Corsa alla stella (memorial Marcello Deserra). Le corse si terranno in via Umberto resa quest’anno più sitra da un manto sintetico per assicurare il benessere dei cavalli. Da non perdere, infine, lo spettacolo folcloristico della sera del 15 agosto con la presenza dei gruppi in costume che parteciperanno alla processione.

LULA

A Lula i festeggiamenti per la Patrona sono organizzati dai nati negli anni 1968 e 1993. Innanzitutto i programmi religiosi: domani – 15 agosto – alle 18 la Messa Solenne in onore dell’Assunta celebrata dal parroco don Totoni Cosseddu e animata dal coro “Omines Agrestes” di Lula, a seguire la processione nelle vie del paese che, oltre i fedeli e i cavalieri in costume locale, vedrà la partecipazione dei gruppi folk “Tiscali” di Dorgali, “Ortobene” di Nuoro, “Sas Istellas” di Lodè, “Santu Jacu” di Orosei e Oliena che la sera dalle 21 daranno vita a uno spettacolo folcloristico insieme al coro “Sos Omines Agrestes” e i tenores “Vitzichesu” di Bitti, “Nunnale” di Orune, e “Su riscattu” di Lodè. Da segnalare stasera lo spettacolo del comico Rocco Borsalino, il concerto di Danilo Kankue Sacco (già voce dei Nomadi) e dei “Sonadas”.

 

ORGOSOLO

Per finanziare la festa da un anno stanno lavorando i giovani nati nel 1988 riuniti nell’Associazione Madonna dell’Assunta. Particolarmente suggestiva anche per la partecipazione popolare con una numerosissimi presenza di costumi e dei cavalieri, la solenne processione in programma domani dopo la Santa Messa delle ore 18 celebrata dal parroco don Salvatore Goddi. Oltre ai locali parteciperanno i gruppi folk di Bitti (Sa Bitha”), Bottidda (Gocille), Oliena (Su Durdurinu), Samugheo (Pro loco), Sestu (San Geminiano) con le launeddas di Luigi Lai, e i tenore “Gennargentu” di Fonni,”Santu Sidore” di Orune e “Cunsonu” di Thiesi. Questi gruppi dalle 21.30 saranno protagonisti di una serata folcloristica, ma a Orgosolo le manifestazioni dell’Assunta si caratterizzano soprattutto per la presenza dei cavalli. Da segnalare a questo proposito il palio in programma il 17 agosto alle ore 16 nel galoppatoio di S’Ispadulariu. Dopo il 15 agosto, sono mi programma anche alcuni momenti di carattere religioso con giornate di preghiera dedite alle vocazioni (17 agosto), alla carità (18 agosto) e agli ammalati il 19 agosto. Particolarmente suggestiva giovedì 23 agosto la processione dell’Assunta con fiaccolata notturna che inizierà alle ore 21.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn