In marcia verso il Redentore nel nome dell’accoglienza

Tutti in marcia sabato 15 giugno a Nuoro nel nome della solidarietà attraverso il sentiero 101 che da La Solitudine, attraverso i lecci e i graniti del monte Ortobene, conduce in cima alla statua del Redentore. Si chiama “Cai-Accoglie”, l’iniziativa promossa dal Club Alpino Italiano con la sua vicepresidente, Anna Maria Piroddi, il mondo del volontariato, con Marcello Carta che collabora quotidianamente nella mensa comunitaria de Le Grazie, con il patrocinio del Comune e l’impegno in prima persona dell’assessora Rachele Piras e la partecipazione  dei collaboratori e i ragazzi ospiti del sistema Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati operante in città.

«Il progetto “Cai Accoglie – sostengono i dirigenti del sodalizio nuorese – in questi tempi che viviamo ha un significato preciso caratterizza dallo stile Club alpino: poche chiacchiere, molto sudore, scarponi, zaino e sentiero da percorrere anche in salita. Una giornata camminando con gli ultimi della nostra città, gridando, pur nei silenzi di boschi e seguendo le Croci del pellegrino, un grande no alle inaccettabili distinzioni di pelle, religione o censo».

All’escursione parteciperanno uomini e donne, molti dei quali frequentano le mense comunitarie, e tanti che pur provenendo da diverse parti del mondo, sono cittadini  nuoresi e sardi, accompagnati dai soci del Cai e del volontariato cittadino. Il raduno è previsto nella piazza de La Solitudine alle 8.30 per la partenza fissata alle 9 lungo quel “Percorso 101” seguito  dai carri a buoi che nel 1900 portarono in cima i bronzi del Cristo scolpiti da Jerace. “Cai Accoglie” farà tappa a Funtana ‘e Milianu, dopo aver attraversato i boschi e i graniti sotto Punta Mamudine, per avviarsi a Solotti, e risalire sulla cima del Monte dove i partecipanti saranno accolti dal vescovo Mosè Marcìa. Quindi, grazie alla disponibilità dei bus dell’Azienda Trasporti presieduta da Stefano Flamini, i partecipanti verranno accompagnati in città nei locali della chiesa del Le Grazie per il pranzo nella mensa comunitaria, offerto dalla generosità di tanti nuoresi, singoli e aziende, non ultimi alcuni pastori di Orotelli e Ollolai.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn