Gavoi, Invasione poetica

“La poesia diventa essa stessa un paradosso, si potrebbe dire enfaticamente che diventa la massima libertà nel minimo spazio”, scrive Jan Wagner.
I versi, le parole, le emozioni ed i brividi poetici torneranno, infatti, ad invadere le strade, le case e le attività commerciali di Gavoi grazie alla terza edizione di “PoETICA”, che avrà luogo il 4, il 5 ed il 6 maggio e che interesserà gli spazi pubblici ed anche i luoghi più inconsueti con letture, esibizioni e sfide tra poeti di ogni età, provenienze e lingua, dal sardo all’italiano, passando per il catalano.
La processione poetica, che si snoderà tra le viuzze granitiche giungendo fino al Lago di Gusana, sarà detta, recitata, letta e declamata come proposta in tutte le sue forme durante eventi singoli che punteggeranno le tre giornate ad essa dedicate, divenendo inoltre mostra, arte, videoarte, installazione, pittura e fotografia.
Tra gli oltre 20 ospiti protagonisti della manifestazione gavoese, aperta agli spettatori di tutte le età, a partire dai più piccoli che potranno così scoprire i nuovi versi crescendo nella creatività, si annoverano uno dei performer e poeti viventi maggiormente noti in Italia, ossia il poeta reggiano Stefano Raspini, Joan-Elies Adell, uno dei più importanti poeti catalani contemporanei, ed ancora Gisella Vacca, Mauro Piredda, Sebastiano Lungheu, la rappresentazione visiva di Tore Manca e Daniela Tamponi e tutti gli altri artisti che prenderanno parte alle iniziative denominate Invasione Poetica e Poetry Slam (tradotto “gara di poesia”), fra i quali la campionessa nuorese Valentina Loche, sempre guidati dal maestro cerimoniere Sergio Garau, dal notaio Giovanni Salis e dal ritmo musicale del Jam Ensamble.
Come affermato dall’Assessore della Cultura e Identità Enrico Mura, “È ormai tutto pronto, abbiamo costruito un ricco programma che potrà soddisfare il pubblico affezionato e chi, per la prima volta, si avvicina all’evento. Ci siamo impegnati per questa avventura sostenuti da validi compagni di viaggio come l’Associazione ProcivArci, la Commissione Cultura, l’Associazione S’Isprone, LIPS, Poetry Slam Sardegna, Jam Ensemble, la Biblioteca Comunale e i Volontari del Servizio Civile Nazione. Un grande numero di partner per un evento culturale che vogliamo sempre più comunitario, un piccolo evento sostenuto da poche risorse economiche ma da grande entusiasmo e lavoro volontario da parte di tutti. Un esperimento interessante che si ripete per il nostro paese, che già organizza e ospita grandi eventi legati alla letteratura ma che punta a creare occasioni culturali nella quotidianità e in diversi periodi dell’anno”.
La bellezza dell’Invasione Poetica sta proprio nell’ambiente informale che favorisce la scoperta di verseggiatori più o meno noti ma preziosissimi, nella suggestiva cornice di Gavoi, in un contesto di dialogo di fronte ad un buon bicchiere di vino e ad un aperitivo gustoso.
Inoltre, la maggior parte degli appuntamenti in cartellone, tra i quali “PoEtande” e “PoEtande in sardu”, si svolgeranno all’interno delle attività commerciali che si sono rese disponibili ad ospitarli: i bar ed i ristoranti, in tal modo, si apriranno anche all’incontro ed alla convivialità culturale, oltre che al buon bere ed al cibo, generando una distorsione positiva già dal momento dell’aperitivo o del thè pomeridiano.
Allo stesso modo, anche la Sala Consiliare del Comune di Gavoi sarà trasformata in un piccolo cinema che ospiterà la presentazione dell’evento e l’azione di CINEpoetica con l’opera “Bioethic Vision Experimental film” di Tore Manca.
Durante le giornate del festival sarà possibile visitare altre tre mostre: l’installazione “Windows: brevi versi a colori”, sempre di Manca ed inaugurata da un’esibizione di Daniela Tamponi da venerdì 4 maggio alle ore 18.30 presso Sa Caserma Betza e le mostre fotografiche “Sinestesie-Una visione sul Poetry Slam”, di Rina Sanna, presso Sa Domo De Tiu Maoddi e “Con gli occhi di François Bernard”, a cura dell’Associazione Culturale S’Isprone, lungo la Via Roma.
L’Invasione Poetica avrà inizio venerdì 4 maggio alle ore 15.00 presso la Biblioteca Comunale di Gavoi, grazie ai giovani poeti dell’Istituto Comprensivo che, guidati dalle insegnanti e dalle poetesse creative della Commissione Cultura e Identità, rappresenteranno “Alla ricerca della Poesia perduta”.
La poesia, sfida e gara nella Finale Regionale del Poetry Slam della Sardegna, risultato di tutte le gare sarde e delle semifinali provinciali, che invierà alla finale nazionale di Genova due poeti selezionati per rappresentare la creatività in versi nella nostra isola, si presenterà dunque al di fuori del suo solito ambito scolastico, librario e bibliotecario aprendosi, grazie a quest’imperdibile iniziativa, verso nuove vie in grado di mettere in crisi e dissacrare il quotidiano.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn