Galtellì: scure e fucilate contro la democrazia

Una fucilata contro il Municipio sparata nella notte a pochi giorni dall’intimidazione subita dal sindaco Giovanni Santo Porcu che si è visto devastare la vigna di famiglia a colpi di roncola. Galtellì, centro baronessa che sembrava lontano da certe logiche, si vivono ore di grande tensione. Secca la reazione del primo cittadino del centro baronessa, candidato alle elezioni regionali del prossimo 24 febbraio nelle liste di Forza Italia. «Ennesimo atto intimidatorio, questa volta al palazzo comunale», ha scritto il primo cittadino nella sua pagina Facebook: «Io non so veramente cosa pensare, ma son fermamente sicuro che non è con la scure o con le fucilate, che si demolisce la democrazia».