Fresu suona in carcere e a Tanca Manna

Non poteva mancare Paolo Fresu a “Nuoro Jazz”. Il trombettista di Berchidda domani – martedì 28 agosto –  infatti, come ogni anno, tornerà a casa visto che è cittadino onorario di Nuoro dove nel 1989 con Antonietta Chironi e il nascente Ente musicale ha ideato i Seminari jazz di cui è stato direttore fino al 2013. Due i concerti in programma per Fresu e il “Devil Quartet”, la formazione di cui condivide le sorti fin dalle origini, una quindicina d’anni fa, con il chitarrista Bebo Ferra, il contrabbassista Paolino Dalla Porta e il batterista Stefano Bagnoli (tutti docenti dei corsi nuoresi). Il primo appuntamento è per le ore 10 nel carcere di Badu ‘e Carros, tappa immancabile della programmazione di “Nuoro Jazz” che si rinnova per la quindicesima volta grazie alla collaborazione della direzione e dei lavoratori della casa circondariale. Alle 21 Paolo Fresu e  il “Devil Quartet” suoneranno nel parco archeologico di Tanca Manna che sarà aperta dalle 19 per consentire una visita all’area affidata dal Comune in gestione a Demis Murgia.