Fonni, chiusa al culto la chiesa di San Giovanni

Chiusa a Fonni per tutelare la pubblica incolumità la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista. L’ordinanza è stata firmata stamattina dal sindaco di Fonni Daniela Falconi dopo la segnalazione del parroco don Antonello Solinas che aveva nota alcune crepe nei pilastri in trachite. Un primo sopralluogo dei tecnici comunali e un consulto con l’architetto Angelo Ziranu che sta curando un progetto di restauro all’esame della Sivrintendenza, ha confermato le preoccupazione e consigliato la chiusura al culto della chiesa costruita nel XVI in uno stile tardogotico che ha subito profonde modificazioni in vari interventi di restauro. Alcuni anni fa dalla volta si era staccata una gemma riproponendo l’urgenza di un intervento che ha portato a un finanziamento di 300 mila euro da parte della Curia tramite l’8Xmille che raddoppia con l’intervento diretto del Comune. Secondo le prime ipotesi le nuove crepe con il distacco di calcinacci confermano gli studi sull’urgente necessità di alleggerire il tetto appesantito dagli interventi di restauro che hanno finito per scaricare un peso insostenibile sui pilastri di trachite che si stanno sbriciolando. Saranno i prossimi sopralluoghi – annunciati da Daniela Falconi – a stabilire con certezza l’entità dei danni. Intanto la chiesa, con il piazzale e l’area circostante resta chiusa e in queste ore don Antonello Solinas sta valutando con i suo collaboratori e il consiglio pastorale dove celebrare le messe e in particolare almeno nei giorni festivi il trasferimento nella chiesa di Santa Croce.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn