Festa de Le Grazie, Nuoro scioglie il voto

Un invito a tutta la città a partecipare martedì 21 novembre alla festa di Nostra Signora delle Grazie è stato espresso al sindaco di Nuoro Andrea Soddu che in particolare intende stimolare la partecipazione popolare anche allo scioglimento del voto fatto nel 1812 quando la Madonna salvò la città dalla peste. Alle ore 9.45 il primo cittadino riceverà nella sala consiliare del Palazzo Civico i rappresentanti dei rioni e dei membri della confraternita, ai quali consegnerà i 19 ceri che saranno offerti in devozione alla Madonna delle Grazie.
Alle ore 10.30 dal Palazzo Civico partirà il corteo guidato dal sindaco e dagli amministratori, accompagnati daivVigili urbani, che porteranno il gonfalone della città di Nuoro. Alle ore 10.40 il corteo dell’amministrazione comunale incontrerà il corteo della Curia nel Corso Garibaldi, all’altezza dell’incrocio con Via Dante. Il corteo proseguirà unito verso la chiesa di Nostra Signora delle Grazie dovealle ore 11 sarà celebrata la messa solenne presieduta presieduta da monsignor Giovanni Dettori (il vescovo Mosè Marcia è in Argentina dove ha accompagnando per l’inizio della sua missione don Antonello Tuvone), con il Capitolo della Cattedrale e animata dalla Schola “Nicolao Praglia”. Inoltre martedì 21, festa di Nostra Signora delle Grazie, il programma religioso prevede Messa alle 6.30 per i benefattori del Santuario, alle 8 la celebrazione presieduta da padre Luigi Testa, Superiore Provinciale dei Giuseppini, alle 9 la Messa concelebrata dai parroci della Città. Altre Messe alle 12.45, alle 16, alle 18 e alle 19 mentre alle 16, dopo la celebrazione dei Vespri, è in programma la processione e la benedizione eucaristica.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn