Festa a Bitti per il Miracolo

È in pieno svolgimento a Bitti la novena in onore di Nostra Signora del Miracolo, che si celebra nel Santuario che si erge nel quartiere di Gorofai. Le origini della devozione alla Madonna del Miracolo si perdono nel tempo. Diverse testimonianze, come riportato in una lettera del 1803 dell’allora rettore di Gorofai, Giovanni Maria Pala al Vescovo Solinas, si rifanno al culto della Madonna dei Miracoli del santuario del Ducato Veneziano nel XV secolo. Altre invece traggono origine dalla distruzione del villaggio di Dure, avvenuta intorno al ’400 in seguito ad un’epidemia di peste. Le più attendibili riconducono ad un altare, peraltro già presente nel ’600, collocato nell’antica chiesa di San Michele, che ci riporta comunque alla leggenda di Dure. Certo è che, in seguito ad accese polemiche, il 30 luglio 1885 l’allora Vescovo Demartis sancì definitivamente il giorno della festa, che da allora ricade sempre il 30 di settembre.
Quella di quest’anno è la 133a edizione. Le celebrazioni religiose ruotano intorno al tema “Maria, Madre di ogni cristiano e splendore di ogni virtù”, condotte da tre predicatori: padre Isidoro De Michele, padre Antonio Mula e padre Danilo Pischedda, dell’Ordine dei Frati Minori del Convento Cappuccini di Sassari. Tutti i giorni le preghiere della Novena e le Sante Messe alle ore 7, alle 17 e alle 19.30; mentre la recita del Santo Rosario alle 16.30 e alle 19. A questi si aggiungono quattro giorni di festeggiamenti civili, organizzati dal comitato composto dai trentenni e quarantenni del paese, classe 1977 e 1987.
Vediamo nel dettaglio gli appuntamenti più importanti. Giovedì 28 settembre, alle ore 20 in “sa corte ’e su Meraculu”, degustazione del tipico piatto “sambenes e cordas”. Venerdì 29, in piazza Asproni alle 16.30, intrattenimento con giochi per i bambini. Alle 22 il concerto del noto gruppo dei “Modena City Ramblers” e a seguire dj set con il disc jokey “Matrix”. Sabato 30, festa di Nostra Signora del Miracolo, presso il Santuario Sante Messe alle ore 7, alle 9 e alle 11 e, a seguire, la benedizione delle macchine, con il corteo che traslerà il simulacro della Madonna alla chiesa di San Giorgio Martire. Lì alle 16.30 si celebrerà la Santa Messa che precede la solenne Processione, con la partecipazione dei fedeli, i bellissimi gruppi in costume di Bitti, Nuoro, Bultei, Serramanna, Santu Lussurgiu, Berchidda, Norbello e Thiesi e i cavalieri in costume di Bitti, Pattada, Orune, Sindia, Alà dei Sardi, Benetutti, Nuoro, Bultei, Oniferi, Sedilo, Ovodda, Buddusò, Dorgali, Osidda e Ploaghe.
A conclusione la solenne Celebrazione presso il Santuario. In serata, in piazza Asproni alle 21, lo spettacolo folcloristico che verrà trasmesso in diretta facebook. Partecipano i tenores di Bitti “Remunnu ’e Locu”, “Lanaitho” di Oliena e “Su Riscattu” di Lodè; i gruppi “Ortobene” di Nuoro, “Sas Maestralinas” di Thiesi, “Gambales” di Irgoli, “Tradizione e Balli” di Bultei e “Sa Bitha” di Bitti. Domenica 1° ottobre “Sa die Vitzichesa”. Alle 16 in piazza Asproni giochi e intrattenimento per bambini, alle 20 la cena comunitaria presso il piazzale del Miracolo e alle 22 gli “Arkanos” in concerto.
A seguire l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria. Inoltre, dal 1° al 9 ottobre, sempre presso il Santuario del Miracolo, la Novena di ringraziamento, con le Sante Messe alle ore 7 e alle 17. Infine, per tutto il mese di ottobre, tutti i giorni Santa Messa nel Santuario alle ore 17.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn