Fase 2: 500 controlli, 4 infrazioni,2 attività chiuse

In quindici giorni, nella seconda metà di maggio, nel Nuorese sono stat icirca 500 i controlli effettuati che hanno portato alla contestazione di quattro infrazioni per il mancato rispetto dei protocolli o delle Linee Guida stabilite per gli ambienti di lavoro e a due  sospensioni delle attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza, per significative inosservanze della normativa di contenimento Covid-19. In particolare 76 ispezioni hanno riguardato le maggiori realtà produttive individuate per numero dei dipendenti addetti, mentre nel solo Comune di Nuoro sono inoltre stati sottoposti a controllo 243 locali commerciali, 111 pubblici esercizi, 12 cantieri edili e stradali, 43 attività artigianali e 11 verifiche relative al trasporto pubblico.

Sono questi i dati principali del confronto in videoconferenza che, esaminando i vari report, si è tenuto nei giorni sorsi tra il coordinamento del Gruppo Misto presieduto dal prefetto Anna Aida Bruzzese (nella foto) e composto dai responsabili  forze di polizia e istituzioni che hanno messo a punto le linee di intervento con moduli operativi di controllo omogenei per garantire l’attuazione delle misure di contenimento del rischio da contagio all’interno delle aziende del nuorese in base a  liste comuni e la conseguente suddivisione dei diversi comparti produttivi da controllare.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn