Con il Fai sulle orme di Dante

Riparte dopo la pausa estiva “Divina Sardegna”la serie di eventi a cura del Fai Sardegna, che riunisce le sue delegazioni e gruppi nel nome di Dante Alighieri. Nella ricorrenza dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, i presìdi territoriali sardi del Fai (Fondo Ambiente Italiano), seguendo il filo conduttore suggerito dai “Ricordi di Sardegna nella Divina Commedia” hanno organizzato percorsi culturali tra castelli, borghi, luoghi storici e personaggi citati nell’opera del Sommo Poeta. Inaugurato lo scorso 25 marzo a Sassari, su iniziativa della Delegazione locale, “Divina Sardegna” prosegue ora sul territorio della Delegazione nuorese con due giornate dedicate nel weekend del 18 e 19 settembre, (un’ulteriore giornata è già calendarizzata per la prima settimana di novembre).
Protagonisti delle giornate settembrine saranno il Parco Naturale Regionale  di Tepilora, riconosciuto dall’Unesco come Riserva della Biosfera, Posada e la sua zona umida.

Il programma prevede per la giornata di sabato 18 settembre un’escursione alla Foresta di Crastazza, zona di grande pregio ambientale e paesaggistico all’interno del Parco, in territorio di Bitti (NU). L’escursione (livello di difficoltà turistico) sarà guidata da personale dell’Agenzia Regionale Forestas che gestisce il territorio, con il supporto di esperti escursionisti del Gruppo Su Golostiu di Bitti ed è aperta ad un numero massimo di 50 persone, previa prenotazione. Il raduno è previsto alle ore 8.15 a Bitti (piazza Asproni) per chi parte da Nuoro, e alle ore 9.00 al bivio per Mamone sulla ss 389 che passa per Buddusò, per chi proviene da altre parti dell’isola. Pranzo al sacco e rientro nel pomeriggio.
Chi desidera raggiungere Posada per il pernottamento in previsione dell’evento del giorno seguente, può farlo anche percorrendo la strada, di grande interesse paesaggistico, che scorre lungo il Montalbo, tocca la frazione Sant’Anna di Lodè ed esce a Siniscola. A Posada sono previsti cena e pernottamento in hotel o B&B convenzionati di cui a breve comunicheremo i contatti.

Domenica 19 Settembre a Posada. Ritrovo alle ore 9,15 per l’incontro con gli esperti: l’archeologa dott.ssa Maria Ausilia Fadda e lo storico prof. Italo Deledda. I loro interventi, rispettivamente “Posada prima di Dante” e “Il Castello della Fava e le Crociate” ci aiuteranno a scoprire che cosa si nasconde sotto il Castello della Fava, una carrellata di notizie e immagini che ricostruiscono un percorso che va dal Protostorico all’Altomedioevo, e la storia del Castello e della sua funzione nel grande disegno della Crociata e nelle migrazioni dei pellegrini da Marsiglia verso i Luoghi Santi. Seguirà la visita  all’antico borgo di Posada e al Castello della Fava , che pare sia appartenuto al giudice Nino di Gallura, citato da Dante nella sua Commedia.  Questa sarà guidata dagli esperti dell’associazione Turulia. Dopo La pausa per il pranzo sarà possibile visitare la zona umida del Rio Posada, anch’essa parte del Parco di Tepilora, unica zona deltizia della Sardegna, di grande pregio paesaggistico e naturalistico e abitata da una grande varietà di uccelli palustri.
La visita, illustrata dalle guide  locali del Ceas, avverrà a bordo di un trenino turistico, che effettuerà delle soste nei punti più interessanti e suggestivi, oppure, in alternativa, su canoa o dragonboat lungo il fiume.
Ulteriori dettagli e manifestazioni collaterali sono in via di definizione e verranno comunicati agli interessati appena possibile.
Essendo tutte queste manifestazioni a numero contingentato, max 50 persone, in ottemperanza alle norme anti-covid, è indispensabile la prenotazione che dovrà essere effettuata entro il giorno 15 settembre chiamando ai numeri 347 8041151, 347 7247315, 333 6089421, o scrivendo a nuoro@delegazionefai.fondoambiente.it.