Emergenza povertà, ai Comuni sardi 12 milioni e mezzo di euro

Oltre dodici milioni e mezzo ai Comuni sardi in un elenco che per quanto riguarda i capoluogo vede 230.121 euro destinati a Nuoro, mentre Sassari con 821.523 incassa più di Cagliari che si vede assegnare 814.587 euro e Oristano, infine, ottiene 194.848 euro. Una ripartizione – «poco più di un’elemosina», accusa la Lega – che  si spiega con il meccanismo previsto dall’ordinanza «immediatamente operativa» (clicca qui per leggere il testo completo e consultare l’elenco completo delle somme destinate a tutti gli ottomila Comuni italiani), firmata ieri sera dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli, che fissa i criteri per l’aiuto ai cittadini in difficoltà che hanno portato alla suddivisione  dei 400 milioni annunciati sabato sera dal presidente Conte aggiuntivi ai 4,3 miliardi di quei fondi comunque dovuti ai Comuni che il Governo ha deciso di anticipare: una quota, pari al 80 per cento del totale (320 milioni), è stata fissata in proporzione alla popolazione residente, mentre il 20 per cento (80 milioni) ripartito «in base alla distanza tra il valore del reddito pro capite di ciascun Comune e il valore medio nazionale, ponderata per la rispettiva popolazione».

Quindi hanno avuto di più i Comuni  dove la povertà è maggiore che potranno dre prime risposte grazie a una misura straordinaria necessaria per tamponare un’emergenza alimentare in alcune fasce di popolazione più svantaggiata, finché non saranno operativi gli aiuti economici previsti dal decreto “Cura Italia”.  L’ordinanza fissa anche i criteri di distribuzione degli aiuti: i sindaci sono autorizzati «all’acquisizione di buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali» e, utilizzando anche le donazioni di privati, potranno comprare direttamente «generi alimentari o prodotti di prima necessità», avvalendosi «per l’acquisto e per la distribuzione dei beni» anche degli enti del Terzo Settore.

Questa la ripartizione dei finanziamenti nei Comuni della Diocesi di Nuoro: Bitti 23.428; Budoni 42.436; Dorgali 77527; Fonni 34.180; Galtellì 23.008; Gavoi 21.640; Irgoli 20.865; Loculi 5.080; Lodè 13.866; Lodine 2.767; Lula 11.849; Mamoiada 23.631; Nuoro 230.121; Oliena 58.572; Ollolai 11.465; Olzai 6.996; Onanì 3.513; Onifai 6.273; Oniferi 8.129; Orani 23.896; Orgosolo 39.413; Orosei 23.681; Orotelli 18.265; Orune 22.332; Ottana 19.679; Posada 25.048; Sarule 15.459; Siniscola 102.101; Torpè 27.529.

Ecco nelle foto a seguire l’elenco dei paesi delle province di Nuoro e Ogliastra: la somma stanziata per ciascun Comune è riportata nell’ultima colonna.

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn