Elisoccorso, prove attitudinali a Cala Gonone

Ottantuno medici e 115 infermieri sono impegnati da giovedì scorso  a Cala Gonone  con le prove attitudinali preliminari all’accesso al percorso di formazione per operatori sanitari del servizio di elisoccorso regionale.  Le attività,  denominate “Giornate Alpine”, si svolgono in stretta collaborazione con gli operatori del Soccorso Alpino e servono – informa in una nota la Regione – a testare la resistenza fisica, la predisposizione allo sforzo, su terreno impervio, l’autocontrollo e l’attenzione generale. «La verifica attitudinale – spiega Giorgio Lenzotti, direttore generale dell’Azienda regionale dell’emergenza e urgenza della Sardegna (Areus) – porterà all’individuazione di un totale di 80 operatori (40 medici e 40 infermieri professionali) che, dopo un adeguato percorso formativo clinico assistenziale ed aereonautico, opereranno nelle tre elibasi di Olbia (24 su 24), Cagliari (12 ore) e Alghero (12 ore). Nei primi tre giorni di prove – prosegue il dg – sono stati valutati 82 operatori (51 infermieri professionali e 31 medici) mentre non si sono presentati, benché convocati, 13 operatori (meno del 16%), a dimostrazione del grande interesse che l’iniziativa ha suscitato e della grande motivazione alla base della disponibilità degli operatori, che si sono sottoposti, volontariamente, ad una prova particolarmente difficile ed impegnativa».
CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn