Donatori beffati, il materiale anticovid resta in magazzino

Un mese fa il comitato promotore della campagna ‘’Adottiamo il personale del reparto Covid 19 dell’ospedale San Francesco di Nuoro’, Radio Barbagia, l’Ordine dei medici e l’Ordine degli infermieri della provincia di Nuoro, grazie alla concreta collaborazione della Conad e del signor Franco Fois, direttore della stessa, aveva consegnato 35 caschi speciali e diversi dispositivi di protezione che dovevano servire a rendere più sicuro il lavoro di chi combatteva e combatte in prima fila il virus. Quell’ennesima prova di generosità dei donatori, sottolineata alla cerimonia di consegna dalla presenza tra gli altri dell’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu, dal vescovo Antonello Mura, dalla direttrice della Assl Grazia Cattina, è stata finora in qualche modo vanificata. «I caschi e il relativo materiale di consumo giacciono in un magazzino», denuncia una nota diffusa questo pomeriggio da Radio Barbagia: «Mai usati e mai consegnati ai medici che ne hanno fatto ripetutamente richiesta. Una vicenda che amareggia non poco, soprattutto se si pensa che quella campagna di donazione aveva carattere d’urgenza e che in tantissimi avevano risposto convinti di dare una mano concreta al personale sanitario. Non sappiamo da cosa dipende, visto che ci risulta che da altre parti, con identiche donazioni, questi problemi non ci siano stati».