Difendere Tepilora, l’appello di Roberto Deriu

Uniti e solidali senza se e senza ma, per difendere quanto costruito con il parco regionale di Tepilora, embrione di un sogno vicino a diventare realtà cui stanno lavorando 17 Comuni  già uniti dal riconoscimento Unesco della Riserva MaB, Man and the Biosphere. Anche le notizie in arrivo da Buddusò, tassello fondamentale della Mab, non sono certo incoraggianti per quel piano di tutela ambientale e sviluppo ecosostenibile che rischia di  essere ridotte in cenere. Poco importa che si tratti di un attacco diretto o indiretto: in questa fase, quando con terrore si guarda a domani mattina, con una notte a lavorare ancora sui focolai accesi, con il vento che potrebbe tornare a scatenare l’apocalisse nelle campagne di Torpè e a Buddusò, tenendo in apprensione anche Bitti ancora sotto choc per i roghi dei giorni scorsi e consapevole che le fiamme non conoscono i confini territoriali. In queste ore Roberto Deriu, consigliere regionale del Pd, convinto sostenitore di quel Parco regionale. ha una sola preoccupazione: «Dobbiamo essere tutti uniti – dice – nella solidarietà verso le Comunità colpite in Sardegna, e attorno al Montalbo e a Siniscola in particolare, numerose delle quali già negli anni scorsi colpite dall’alluvione, e oggi vittime inermi del flagello del fuoco».

Un appello che va oltre gli steccati ideologici e le contrapposizioni di parte che in altre occasioni magari avrebbero alimentato dente di inefficienza e richieste di dimissioni: «Il pensiero – scrive invece Roberto Deriuva all’immenso lavoro compiuto negli anni dalle popolazioni, dai sindaci di Bitti, Lodè, Torpè e Posada, e da tutte le Istituzioni provinciali e sarde, per dotare quelle zone del primo Parco regionale terrestre, strumento di sviluppo ambientale, economico e civile di speciale valore. Se oggi quel patrimonio è minacciato, unanime deve essere la solidarietà verso chi sta operando nell’emergenza, con sprezzo del pericolo e abnegazione: a tutti i Corpi e le Organizzazioni pubbliche e private che in questo istante e da giorni stanno gestendo la sciagura, e all’assessore regionale dell’Ambiente. Gianni Lampis che sta instancabilmente seguendo sul campo gli sviluppi dell’azione di contrasto al fuoco, esprimiamo la nostra piena e incondizionata vicinanza e il nostro convinto sostegno.
Ci sarà tempo per le valutazioni e le decisioni, sulle conseguenze e sulle cause del disastro – conclude Roberto Deriu – ma tutti dobbiamo praticare ora unità e concorde azione per i nostri cittadini e per i nostri territori minacciati».

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn