Debiti, il sindaco interpella la Regione

Comune di Nuoro - Editoriale L'Ortobene

Con una lettera inviata alla Regione e una nota indirizzata ai consiglieri del territorio, il sindaco di Nuoro Andrea Soddu ha richiesto l’intervento degli assessorati competenti per far fronte alle sofferenze finanziarie del comune derivanti da atti di esproprio per pubblica utilità.
Negli ultimi 15 anni il comune di Nuoro ha accumulato debiti per oltre 50 milioni di euro dei quali circa 30 milioni a seguito di espropri connessi ad opere realizzate su delega Regionale: «Come voi sapete – ha scritto il sindaco ai consiglieri – in ragione di questa circostanza in passato la Regione Sarda ha stanziato in bilancio ingenti somme in favore dei Comuni al fine di far fronte a tali sopravvenienze; per ragioni diverse, il Comune di Nuoro non ha mai potuto usufruire di tale provvedimento. Eppure molte delle opere oggetto di espropriazione sono state realizzate al fine di perseguire gli obiettivi che l’Amministrazione Regionale si era posta e la realizzazione delle suddette opere si è svolta non solo in nome e per conto dell’Amministrazione Regionale, ma altresì d’intesa con essa e dalla stessa asseverate e finanziate». Considerato che si sta avviando la sessione di bilancio regionale – conclude la nota – «vi chiedo di voler intervenire affinché si preveda una dotazione finanziaria dedicata alla situazione anzi esposta dato che tali oneri non sono sostenibili con le ordinarie disponibilità finanziarie del Comune di Nuoro».

© riproduzione riservata