Di corsa seguendo l’esempio di San Cosimo

Sabato 1 settembre a Mamoiada nel santuario campestre di San Cosimo si inizierà a respirare l’aria della festa, con le antiche cumbessias  che torneranno a popolarsi in vista delle celebrazioni che da metà mese vedranno la novena e il 26 la festa, una delle più importanti e sentite della Barbagia. Valori di fede e promozione umana e sociale alla base anche della “Maratona della solidarietà”. Sede e oggetto della manifestazione non casuali: nel nome della solidarietà, dell’assistenza sanitaria e della prevenzione, l’intero ricavato verrà devoluto all’acquisto di un apparecchio salvavita da destinare al santuario. Una finalità ispirata proprio  dall’esempio dei santi Cosma e Damiano (patroni dei medici, chirurghi, dentisti, farmacisti, veterinari), medici e guaritori che per la loro opera a favore dei malati e dei sofferenti rifiutavano ogni compenso tanto da essere chiamati Anargyroi, e cioè “senza argento” o “santi non mercenari”. Con questo stesso spirito a organizzare l’iniziativa è il Comitato santi Cosimo e Damiano 2018 in collaborazione con l’Aics provinciale e l’Atletica Amatori Nuoro. con il patrocinio del Comune di Mamoiada e della Regione sardaAts  (Azienda sanitaria unica) e Areus (Azienda per l’emergenza), con l’assessore regionale alla Sanità Luigi Arru che ha fortemente incoraggiato l’iniziativa e sarà presente insieme a “Tramas”, rete delle associazioni di pazienti  nata tre anni fa che a San Cosimo sarà protagonista con i rappresentanti di tante associazioni di volontariato impegnate nel campo della prevenzione, salute e benessere che in un apposito stando distribuiranno materiale sull’attività svolta per coinvolgere i cittadini nelle scelte in materia sanitaria. Saranno presenti anche le associazioni dei pazienti diabetici con Aniad Sardegna e Diabete Zero, l‘Associazione Alzheimer, l’associazione trapiantati Prometeo (che parteciperò alla maratona con un gruppo di corridori).

Per quanto riguarda gli appassionati di corsa campestre, sarà possibile iscriversi alle gare entro domani, venerdì 31 agosto, anche via mail all’indirizzo di posta elettronica pierpaolostefanopoli@tiscali.it. Sabato 1 settembre per le ore 17 è fissato il ritrovo per le iscrizioni che saranno chiuse dopo 40 minuti. Quindi alle 18 l’inizio della manifestazione con la gara  su 300 metri riservata ai bambini dai 5 ai 13 anni. Subito dopo toccherà agli adulti che si cimenteranno prima in una corsa non competitiva (partenza alle 18.20) e poi nella gara competitiva su un percorso sterrato con leggeri saliscendi di 1200 metri ricavato in prossimità della chiesa con passaggi all’interno del santuario,  da ripetersi cinque volte per un totale di seimila metri. Possono partecipare tutti gli atleti delle categorie Juniores, Promesse, Seniores, uomini e donne tesserati Aics e  i tesserati Fidal o appartenenti a un ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni purché in possesso del certificato medico sportivo di idoneità all’attività agonistica che deve essere esibito all’atto dell’iscrizione o siano titolari della tessera Runcard valida per il 2018. Saranno premiati i primi tre classificati di ogni categoria.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn