Contro gli incendi, controllo e prevenzione

La campagna antincendio è partita ufficialmente il 15 luglio ma già nelle settimane precedenti si sono vissuti giorni di criticità elevata per i roghi che si sono verificati nelle zone di Bonu Trau e Tossilo. «La risposta – spiega il comandante dei Vigili del Fuoco di Nuoro Antonio Giordano (nella foto) – è stata immediata e ha visto il coinvolgimento dei comandi di Nuoro, Oristano e Sassari, in tempi brevissimi ho fatto convogliare i distaccamenti di Bono, Cuglieri, Macomer e Abbasanta. In mezz’ora 35 Vigili erano sul territorio e tutte le risorse disponibili in campo».

Ora si è sottoscritta la convenzione che consente di chiamare personale in straordinario e potenziare alcune sedi, «è poco – dice Giordano – ma ci dà una mano. I giorni di potenziamento sono trenta – dal 15 luglio al 15 agosto – per le sedi di Nuoro e Siniscola, fermo restando che Nuoro sposta personale laddove si verifica un evento con la massima dinamicità». Certo c’è anche il rischio di lasciare territori scoperti – riconosce il comandante – ma «l’esperienza conferma che gli incendi vanno affrontati da subito con personale adeguato». È difficile quantificare il numero di uomini di cui ci sarebbe bisogno, «avere un turno di servizio in più, 1520 unità al giorno, sarebbe l’ideale ma le risorse non sono tante, a Nuoro sono stati assegnati 150mila euro per tutta l’estate». L’incendio che ha colpito la zona industriale di Tossilo ha riproposto il tema della prevenzione, «il rogo si è esteso perché erano sporchi strade e lotti, al contrario si sarebbe risolto molto più velocemente. Nonostante questo, grazie all’intervento tempestivo, i Vigili del fuoco hanno salvato 60mila metri quadrati coperti, capannoni di grosse aziende». L’appello: «Il controllo sul territorio non è nostra competenza – afferma ilcomandante Giordano –, ai sindaci chiediamo difare controlli e ordinanze perché i terreni vengano puliti. È l’unica arma, l’incendio può avvenire ma se c’è buona prevenzione il rischio si abbassa e così i tempi di intervento». Ancora è prematuro stimare un confronto con gli interventi dello scorso anno, l’ultimo fine settimana è quello che ha visto gli incendi più grossi avvenuti quest’anno, oltre a quelli già dettisi segnalano due roghi a Villasor e San Sperate:«La fortuna di questi giorni – sottolinea il comandante – è che è mancato il vento. La flotta aerea – aggiunge – sta funzionando bene».
Per questa estate il Comando di Nuoro ripropone anche l’operazione “Mare sicuro” che il comandante aveva avviato nel 2014 ma che si era interrotta. «Grazie alla collaborazione con i comuni di Budoni e San Teodoro – spiega Giordano – avremo due presidi acquatici a Puntaldia e Porto Ottiolu con cinque unità di soccorritori con gommoni e moto d’acqua, dal 26 luglio sino alla fine del mese di agosto. Questo servizio garantirà sicurezza per i surfisti o per le persone in difficoltà, le moto d’acqua sono dotate di barella per chiamate di soccorso sempre in collaborazione con il 1515, la Guardia costiera che è responsabile della sicurezza in mare».

© riproduzione riservata

L’immagine: Fiamme alla periferia di Nuoro (foto di Gigi Olla)