Conte: «Ora tocca alle Regioni»
di Michele Tatti

16 Maggio 2020

8' di lettura

Un decreto abbondantemente conosciuto e, quindi, tante conferme dalla Conferenza stampa di stasera del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Ora tocca alla Regione, e in Sardegna al Governatore Solinas, emettere l’ordinanza per la riapertura delle attività da lunedì 18 maggio. Ecco, comunque punto per punto un sunto delle dichiarazioni del premier.

  • (DIRE) Roma, 16 mag. – «Affrontiamo la fase 2 con voglia di ricominciare ma con prudenza».  (Sor/Dire) 20:31 16-05-20 NNNN
  •   L’importanza nella fase due della collaborazione con le Regioni. «Dovranno anche loro assumersi le loro responsabilità». (Rai/ Dire) 20:32 16-05-20 NNNN
  • «I dati della curva epidemiologica sono incoraggianti, ci confermano che gli sforzi collettivi hanno prodotto i risultati attesi». (Sor/Dire) 20:32 16-05-20 NNNN
  • «Stiamo affrontando un rischio calcolato nella consapevolezza che la curva epidemiologica potrà salire. I nostri principi rimangono gli stessi. La tutela della vita e della salute sono principi non negoziabili ma in questa fase due dovremo declinarli diversamente. Dobbiamo ripartire. Non ci possiamo permettere di non farlo». (Rai/ Dire) 20:34 16-05-20 NNNN
  • «Sceso il numero di contagi e decessi, aumentato quello dei guariti. Abbiamo potenziato le strutture ospedaliere e le terapie intensive. Abbiamo incementato i controlli con test e tamponi e stiamo per sperimentare la nuova app. Siamo nelle condizini di affrontare la fase 2 con fiducia». (Sor/Dire) 20:35 16-05-20 NNNN
  • «Dal 15 giugno riapriranno i teatri e i cinema. Sono state le stesse associazioni di categoria a chiedere al governo di orientarsi per la riapertura il 15 giugno. La riapertura sarà possibile da quella data ma le Regioni avranno la facoltà di posticipare o anticipare l’apertura a seconda dell’andamento della curva epidemiologica. Per i bambini ci sarà un ventaglio di offerte varie a carattere ludico ricreativo». (Rai/ Dire) 20:37 16-05-20 NNNN
  • «Dal 3 giugno sarà possibile spostarsi dagli Stati dell’Unione Europea in Italia, senza l’obbligo di quarantena per chi arriva in Italia. Questo creerà le premesse per una ripresa del turismo». (Sor/Dire) 20:37 16-05-20 NNNN
  • «Fino al 3 giugno sono vietati gli spostamenti tra Regioni, salvo motivi di lavoro, massima urgenza o ragioni di salute. In prossimità del 3 giugno valuteremo coi nostri esperti, se i dati saranno incoraggianti, nella prospettiva positiva di tornare a muoverci senza limitazioni tra Regioni».  (Sor/Dire) 20:38 16-05-20 NNNN
  • «Sono consapevole che il dl rilancio nonostante una cifra considerevole, 55 miliardi, non potrà essere la soluzione di tutti i problemi economici e sociali che stiamo vivendo. Ma stiamo dando una mano a chi deve ripartire». (Rai/ Dire) 20:39 16-05-20 NNNN
  • «Da lunedì 18 riaprono negozi di vendita al dettaglio, i servizi legati alla cura della persona come barbieri, parrucchieri e centri estetici, ristoranti, bar, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, pub».  (Sor/Dire) 20:41 16-05-20 NNNN
  • «Da lunedì 18 riaprono anche gli stabilimenti balneari e le celebrazioni liturgiche». (Sor/Dire) 20:43 16-05-20 NNNN
  • «Ci sono varie testate in difficoltà, ci sono attività imprenditoriali assoggettate alle ristretteze e vivono le difficoltà economiche di questo momento. Qualche misura l’abbiamo introdotta nel dl rilancio, presteremo ancora attenzione perché siamo sensibili a libera informazione». Lo dice il presidente del Consiglio Giuseppe Giuseppe Conte in conferenza da Palazzo Chigi, in relazione allo sciopero Ansa. (Sor/Dire) 20:46 16-05-20 NNNN
  • «Nei prossimi giorni partirà la sperimentazione dell’app Immuni». (Rai/ Dire) 20:46 16-05-20 NNNN
  • «Riapriranno le attività commerciali a patto che le Regioni accertino che la curva epidemiologica sia sotto controllo». (Sor/Dire) 20:46 16-05-20 NNNN
  • «Prima di valutare l’operato di Arcuri la inviterei a porsi nelle sue condizioni. A ripercorrere il lavoro che ha dovuto fare fin dall’inizio quando in tutto il mondo si è scatenata una pandemia ed era pressoché impossibile procacciarsi una partita di mascherine». Il premier Giuseppe Conte difende il commissario straordinario Domenico Arcuri. «Quello che ha fatto Arcuri è chiaro. È stato un impegno faticoso non sottovaluterei la qualità del suo operato. Se lei ritiene di poter fare meglio, ne terrò conto», dice poi Conte con una battuta al giornalista critico nei confronti del commissario. (Rai/ Dire) 20:49 16-05-20 NNNN
  • «Anche io a volte leggo di tentativi di spallata a questo governo, ma a parte quello che io chiamo chiacchiericcio dei giochi politici, noi dobbiamo concentrarci sugli obiettivi che abbiamo davanti, non possiamo farci distrarre. Stanno arrivando cospicui finanziamenti ma noi confidiamo di avere l’appoggio di tutte le parti sane del paese». Lo dice Conte a proposito dei rischi paventati di “spallate” all’esecutivo”. (Sor/Dire) 20:55 16-05-20 NNNN
  • «Ho ascoltato tante le opposizioni con cui c’è una reale collaborazioni. Sono andato molto spesso in Parlamento, credo che tornerò l’inizio della prossima settimana, Non vado mai via dopo aver parlato, ascolto sempre tutti e a volte anche da opposizione ci sono stimoli a far meglio». (Sor/Dire) 21:01 16-05-20 NNNN
  • «Alle forze politiche, anche se siamo in situazioni di distanziamento, cercheremo di assicurare con il Dpcm anche la possibilità di manifestazioni statiche con regole di distanziamento. Se ci sono opposizioni che ritengono di dover manifestare in questo momento sono liberissime. Non mi permetto di sindacare le loro iniziative». (Sor/Dire) 21:03 16-05-20 NNNN
  • «Sono stato tacciato di essere paternalista e dittatore, mi sembra che la faccia quando c’e’ da assumersi responsabilità io ce la metta sempre». (Rai/ Dire) 21:04 16-05-20 NNNN
  • «In situazioni di grande difficoltà è chiaro che il rischio di cadere nelle mani di circuiti criminali, come usura, è tanto. Col dl liquidità stiamo monitorando i fussi, abbiamo predisposto una cospicua garanzia dello Stato per favorire l’erogazione delle liquidità». (Sor/Dire) 21:05 16-05-20 NNNN
  • «La riforma della burocrazia è tra le più difficili da realizzare, mi auguro ci sia il sostegno dei cittadini per superare le resistenze, perché tutti all’inizio condividono l’obiettivo ma poi quando si inizia si crea un circuito di resistenza incredibile. Ma noi abbiamo la testa dura». (Sor/Dire) 21:05 16-05-20 NNNN
  • «Confido che già domani il decreto rilancio vada in Gazzetta Ufficiale. In queste ore passa al Mef per la bollinatura finale». (Rai/ Dire) 21:07 16-05-20 NNNN
  • «Al di là della capogruppo e delle società che sono a monte della catena», quelle di Fca «sono fabbriche italiane, che producono in Italia e occupano tantissimi lavoratori». Lo chiarisce Conte a proposito del finanziamento garantito dallo stato chiesto da Fca. «È un problema che affronteremo nel dl semplificazione», aggiunge Conte che osserva come ci sia «un problema anche di competizione tra ordinamenti. Non dobbiamo porci il problema di chi e come sta in Inghilterra o in Olanda o in altri paesi, dobbiamo rendere più attraente il nostro ordinamento giuridico. Dobbiamo chiederci: “perché vanno all’estero?”. Non c’è solo ovviamente un diritto societario più attraente, ci sono anche agevolazioni fiscali, il cosiddetto dumping fiscale. E noi non intendiamo più concedere questo vantaggio. Stiamo lavorando a questo». (Rai/ Dire) 21:12 16-05-20 NNNN
  • «Il dpcm è molto chiaro: non c’è nessuno scarico di responsabilità». Lo ha detto  Conte rispondendo a una domanda sulle responsabilità dello Stato e delle Regioni nella cosiddetta fase due. «Non si gioca. In una fase di emergenza – aggiunge Conteabbiamo predisposto una piano articolato» con «una ventina di parametri. In questo momento è chiaro che la Lombardia è tra quelle Regioni che sta affrontando una prova più difficile rispetto alle altre. E io consiglio a tutti i lombardi di fidare nel principio di autoprotezione. Nel senso che uno può anche pensare di non dover prendere un autobus, di fare una passeggiata, ma può trovarsi all’improvviso di fronte a un assembramento. E allora usa la mascherina». Quanto alla riapertura della Lombardia, «noi in questo momento non abbiamo un motivo per dire alla Lombardia che non apre. Perché non è nella fascia che giustifica la chiusura, può, facendo le sue valutazioni, decidere di riaprire». (Rai/ Dire) 21:21 16-05-20 NNNN

© riproduzione riservata

Condividi
Titolo del podcast in esecuzione
-:--
-:--