“Comunicare la speranza” con la Pastorale del turismo

La ballerina e pittrice Simona Atzori (nella foto), sarà la protagonista stasera a partire dalle 21 nell’anfiteatro Caritas di Tortolì della serata di apertura della quinta edizione della Pastorale del turismo, appuntamento consolidato e tanto atteso dell’estate ogliastrina voluto dalla Diocesi di Lanusei che fino al 7 settembre proporrà una serie di eventi incentrati su 18 i protagonisti, personaggi noti al grande pubblico, fra radio, televisione e teatro o che si sono distinti per il loro operato e la loro professionalità, per la loro arte e la loro fede, per la capacità di trasmettere messaggi e contenuti positivi, perché non si sono arresi davanti alle difficoltà, al disagio, alla malattia (clicca qui per i dettagli del programma completo). Esperienze autentiche «sul valore della vita, degna di essere sempre vissuta, accolta, rispettata, amata»,  come quella di Simona Atzori che dopo l’intervista con Claudia Carta, direttrice del mensile diocesano L’Ogliastra, porterà in scena il suo spettacolo di danza, offrendo una testimonianza di luce, vitalità e speranza straordinarie.

Da stasera in ogni serata sarà possibile sarà inoltre possibile assaggiare le prelibatezze dei paesi ogliastrini e conoscerne la storia anche nel momento introduttivo di cordialità e condivisione “Prima l’accoglienza” curato di volta in volta da una comunità della diocesi (oggi toccherà a Talana) e visitare le mostre fotografiche (compresa l’esposizione del progetto culturale regionale della Conferenza Episcopale Sarda, in collaborazione con la Cei Terra da abitare. Bellezza da custodire visitabile fino a settembre), allestite dai protagonisti delle video proiezioni curate da Salvatore Ligios e programmate nello spazio “Il cuore batte forte”, foto racconto che in apertura di ogni serata presenterà una storia e un personaggio: oggi Monica Deidda  con “La vita delle cose”, racconterà  Stefania Lai, artista a tutto tondo e maestra vetraia di Lanusei che lavora con il vetro su diversi contesti e con originali soluzioni, sempre nel rispetto dell’ambiente.

La Pastorale del turismo è stata preceduta da tre appuntamenti: la Festa dei Popoli (concerto dell’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari), la serata di spiritualità accompagnata dal Coro del maestro Marco Mustaro e il 14 agosto con “Inseguendo l’alba con Maria”, il pellegrinaggio a da Tortolì a Santa Maria Navarrese (foto in alto di Tina Santoni), guidato dal vescovo Antonello Mura che ha celebrata la Santa Messa. La rassegna è stata presentata il 12 agosto a Cagliari nell’aula magna del Seminario regionale in una conferenza stampa coordinata da Claudia Carta, da monsignor Antonello Mura, che ha ribadito il senso profondo dell’iniziativa sociale e culturale agostana. Presenti anche don Pietro Sabatini, responsabile per l’Ufficio diocesano di Pastorale del Turismo, don Giorgio Cabras, direttore della Caritas diocesana, il giornalista e scrittore Giacomo Mamelie l’editore e fotografo Salvatore Ligios, entrambi per l’équipe organizzati

Dopo l’evento di apertura di stasera, La Pastorale del Turismo 2019Comunicare la speranza. Amando il lavoro e l’ambiente“, domani sabato 17 agosto sarà incentrata – sempre nell’anfiteatro Caritas di Tortolì e sempre con inizio dalle 21 – sul noto comico e presentatore televisivo Pippo Franco che proporrà lo spettacolo “L’ambientazione interiore (istruzioni per l’uso)”, preceduto dall’accoglienza curata dalla comunità di Baunei e dal fotoracconto di Gianluca Chiai che presenterà “Adriano e il fiume”. Molto atteso domenica 18 agosto  (preceduto dall’accoglienza curata dalla comunità di Lanusei e dal fotoracconto “A passo lento” di Fabrizio Piroddi), il dialogo con Fratel Bianchi, il laico Enzo, il fondatore della comunità di Bose che ritirerà il premio “Persona fraterna 2019” per poi dialogare con la giornalista Gabriella Caramore con i commenti musicali del sassofonista nuorese Gavino Murgia

Momento di riflessione su temi di grande attualità lunedì 19 agosto quando sarà alle ore 20.45 la comunità di Jerzu a curare l’accoglienza: dopo il concerto della Banda musicale Dalerci  che a Alghero da oltre un secolo accompagna i  riti della Settimana Santa, e il fotoracconto di Andrea Macis “Piero e Balù”, è in programma il dibattito “Ambiente, alimentazione e tutela della salute: quali scelte?” che, coordinati dal giornalista Giacomo Mameli, vedrà confrontarsi don Maurizio Patriciello (parroco di Caivano, uno dei simboli della battaglia condotta nella cosiddetta terra dei fuochi avvelenata in Campania dai rifiuti tossici); Guido Stecchi (presidente Accademia delle 5T); Domenico Scanu (presidente Medici per l’ambiente); ; Luca Saba (direttore regionale Coldiretti) e Carmelo Troccoli, responsabile di Campagna Amica.

Importante testimonianza di vita vissuta il 20 agosto: l’anfiteatro Caritas di Tortolì ospiterà il concerto-testimonianzaSintomi di felicità. Oltre le barriere e i confini”, con il musicista Marco Voleri e sua moglie Giulia Aringhieri, campionessa di Sitting Volley, che intervistati da Giacomo Serreli, parleranno del loro sfida quotidiana alla sclerosi multipla in una serata aperta dall’accoglienza della comunità di Villaputzu e dal fotoracconto di Matteo Pispisa  “Sotto il cielo blu”. Mogol (Giulio Rapetti, classe 1936) sarà l’ospite d’onore dell’evento programmato dalla Pastorale del turismo per il 21 agosto: il paroliere che ha scritto i testi di oltre duemila canzoni tra cui i cento successi di Lucio Battisti, dialogherà con Giacomo Serreli commentando “Tu chiamale, se vuoi, emozioni”, viaggio musicale nella storia della canzone italiana affidato alla Sardinia Rock Band (prima accoglienza curata dalla comunità di Escalaplano,  fotoracconto “Bluehouse” di Chiara Piras).

Ancora una coppia protagonista a partire dalle 21.30 di sabato 31 agosto: l’attore Giacomo Poretti, componente tra l’altro del celebre trio “Aldo, Giovanni e Giacomo” e sua moglie Daniela Cristofori, psicologa specializzata in Psicoterapia, porteranno in scanalo spettacolo “Litigar danzando”. Lo slogan “Comunicare la speranza. Amando il lavoro e l’ambiente” scelto per la Pastorale del turismo 2019 della diocesi di Lanusei assumerà un significato particolare con l’evento finale programmato per il 7 settembre. Un epilogo affidato a Pier Luigi Bartolomei, direttore della Scuola di formazione Elis, educatore capace di trasformare il palcoscenico in cattedra che a partire dalle 21.30 nell’anfiteatro Caritas di Tortolì terra la sua lezione-spettacolo “Il lavoro è per l’uomo, non l’uomo per il lavoro. La grandezza della vita quotidiana”.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn