Buon cibo e buon abitare, laboratorio Gavoi

I risultati di due progetti di ricerca territoriale che ha visto impegnati Comune di Gavoi, Università di Cagliari, Fondazione di Sardegna, associazione “Terra Gramsci” sarà al centro del convegno “L’Innovazione nell’Identità: architetture, buon abitare, agroalimentare e sostenibilità”  in programma per sabato 16 dicembre a partire dalle ore 16,30 nel Municipio barbaricino. «Un’occasione – dicono gli organizzatori – per approfondire la conoscenza della realtà barbaricina sia sotto l’aspetto economico, sociologico e antropologico sia sotto l’aspetto ambientale, urbanistico, storico e paesaggistico puntando verso il riconoscimento delle risorse locali quali trampolini per il superamento delle criticità attraverso il progresso umano e l’innovazione consapevole dell’identità locale». Il primo progetto incentrato sul cibo, curato dal Dipartimento di Scienze Sociali e delle Istituzioni dell’Università di Cagliari, su cui si concentrerà l’analisi del professor Benedetto Meloni, coordinatore scientifico, e della dottoressa Claudia Sedda componente del gruppo di ricerca, ha coinvolto dal 2012 numerosi operatori locali per tracciare uno spaccato approfondito della realtà produttiva rurale e delle sue prospettive future. Il professor Antonello Sanna e l’architetto Gian Luigi Marchi concentreranno invece la loro attenzione su architettura e buon abitare analizzando la ricerca curata dal Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura dell’Università degli di Cagliar all’interno del progetto “Itinerario dei graniti di Barbagia” elaborato in condivisione con il Dipartimento di Architettura, finanziato dalla Regione nell’ambito del bando CIVIS 2006 “Rafforzamento Centri Minori”. Il convegno sarà introdotto e coordinato dall sindaco di Gavoi Giovanni Cugusi.