Bimbi trasferiti da Furreddu alla “Lanzafame”

Da domani – mercoledì 7 novembre –  i bambini di Nuoro che frequentavano la scuola dell’infanzia di “Furreddu” in via Aosta, dopo sei giorni  giorni trascorsi gioco-forza a casa, potranno rientrare in classe ma nella scuola “Lanzafame” di via Togliatti. Evidentemente l’assessore comunale alla Pubblica istruzione è stato troppo ottimista il 30 ottobre quando all’indomani del crollo di una parte del solaio aveva tranquillizzato tutti: «Sto uscendo – fece sapere Sebastian Cocco alle ore 9.33 dalla sua pagina Facebook – dalla scuola materna di via Aosta. Il lavoro di ripristino è iniziato immediatamente dopo il cedimento di alcune porzioni di solaio dovuto alla violenta pioggia di ieri. Nelle prossime ore, una volta asciugato il materiale, verranno eseguiti i test di sicurezza e poi i bambini potranno tornare a scuola». Nessuna ulteriore comunicazione dopo  quelle rassicurazioni. Ora da un’ordinanza firmata ieri dal sindaco Andrea Soddu si scopre che, evidentemente, il caseggiato aveva bisogno urgenti lavori. Sempre il 30 ottobre, infatti, la scuola è stata chiusa senza divulgare la notizia. Come ieri, altrettanto silenziosamente, si è dovuto prendere atto che «si rende necessaria la proroga dei tempi di chiusura della scuola, per far fronte alla prosecuzione dei lavori, già intrapresi,  al fine di ristabilire le condizioni di sicurezza  a garanzia della pubblica utilità».

La giornata di oggi sarà dedicata a trasportare arredi e materiale didattico alla “Lanzafame” dove da domani, i bambini potranno tornare a scuola in attesa dell’ordine per il rientro in via Aosta.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn