Il berretto a sonagli al Ten

Dopo la prima di ieri sera, questa mattina alle ore 11.00 e venerdì 9 novembre, alle ore 21.00, sarà possibile assistere allo spettacolo
“Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello, nell’allestimento di Sicilia Teatro per la regia di Sebastiano Lo Monaco, presso il Teatro Eliseo di Nuoro.
La stagione autunnale del TEN continua proprio con quest’opera rivisitata, che ha già conquistato i teatri di tutta Italia con un grande riscontro di pubblico e critica.
Lo spettacolo di Sicilia Teatro si avvale di una scenografia elaborata dalla giapponese Keiko Shirai e di richiami cechoviani per ribadire e far riscoprire agli spettatori l’attualità di un testo con più di cento anni, scritto da un intramontabile autore siculo.
Partendo dalle stesse dichiarazioni di Pirandello, secondo il quale “Il berretto a sonagli” fu «una commedia nata e non scritta», si struttura la regia di Lo Monaco, anche interprete nei panni del personaggio di Ciampa; ma tutti gli attori della compagnia cercano di portare in scena la vita, e non soltanto la parola scritta su copione, mediante un metateatro che li rende personaggi viventi in grado di alternare riso e pianto.
Il paradosso dell’esistenza incarnato da Ciampa è solo apparentemente grottesco perché, in realtà, è carico di tratti strazianti tali da renderlo il più moderno degli eroi pirandelliani; la trama è infatti incentrata sulla tanto assurda quanto umana storia di un uomo sui quarant’anni che, tradito dalla moglie, accetta la penosa condanna di spartire l’amore della propria donna con un altro uomo.
Il personaggio centrale di Ciampa è reso sul palco dall’attore, capocomico, regista e produttore siciliano Sebastiano Lo Monaco in tutta la sua carica di umanità silenziosa ed astuta che, pur potendo essere fraintesa dai più, svela un’inaspettata resistenza tale da dargli la forza di difendere la propria felicità coniugale tutelandola, seppur paradossalmente, dalla società ipocrita e ridicola di quello e di tutti i tempi.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn