Bando per Ottana: «Prorogare la scadenza»

«Al fine di consentire una più ampia partecipazione alle imprese», la consigliera regionale dei Cinquestelle Elena Fancello chiede all’assessore regionale alla Programmazione Giuseppe Fasolino di prorogare oltre il termine previsto del 30 giugno del bando territoriale “Ottana (NI-T1-T2)”. Si tratta degli incentivi finanziati con quattro milioni di euro riservati alle micro imprese di Austis, Birori, Bolotana, Borore, Bortigali, Dualchi, Gavoi, Lei, Lodine, Macomer, Mamoiada, Noragugume, Ollollai, Olzai, Oniferi, Orani, Orotelli, Ottana, Ovodda, Sarule, Sedilo, Silanus, Sindia, Teti e Tiana per stimolare “l’aumento della competitività attraverso il sostegno agli investimenti materiali e immateriali nei settori dei servizi al turismo e ricettività, ed in particolare dagli itinerari e percorsi di integrazione tra costa e interno, e delle produzioni tipiche”. Progetti da finanziare per costi ammissibili da un minimo di 15 mila a un massimo di 500 mila euro, col sistema a sportello, cioè in ordine cronologico di presentazione delle domande fino all’esaurimento dei fondi stanziati  (consulta cliccando qui il bando completo).

«Tutte le iniziative atte ad avviare una strategia di rilancio del territorio devono essere sostenute e implementate proprio al fine di contrastare la grave crisi economica e il malessere sociale determinatisi dopo la chiusura di gran parte delle imprese dell’area», spiega Elena Fancello chiedendo all’assessore Fasolino «un tempestivo intervento »per la proroga «riconoscendo i vantaggi che il prorogarsi dei termini del Bando garantirebbe alle imprese del territorio proprio in vista delle necessarie ricadute che una più diffusa partecipazione porterebbe sulla comunità in termini economici e sociali oltre al miglioramento della qualità della vita e ad una maggiore integrazione sociale, favorendo – conclude la consigliera regionale di Dorgali –  un concreto contributo al superamento del fenomeno dello spopolamento».

Distinti saluti.