Aule sempre più vuote

Mettiamo le mani avanti, non è semplice muoversi nella giungla dei numeri, specie quando questi sono in qualche modo disomogenei. Cerchiamo comunque di presentare dati oggettivi e, quando possibile, di confrontarli con quelli del passato per restituire uno spaccato storico. I numeri più aggiornati sono quelli dell’Ufficio scolastico provinciale di Nuoro, che raccoglie il territorio anche dell’Ogliastra, ma ci soffermeremo in particolare sulla realtà cittadina.

Gli istituti superiori
Unico dato generale quello che riguarda la Scuola secondaria di II grado: il totale degli studenti negli istituti superiori della provincia è di 10316. Questo si può confrontare con l’ultimo rilevato dall’Istat nel 2019 quando gli iscritti erano 10402. Scorrendo la lista degli istituti balza subito all’occhio il dato relativo al Liceo Scientifico di Nuoro che raggiunge i 1478 studenti suddivisi in 67 classi. Considerando che gli alunni che frequentano gli istituti superiori in città sono 4467 (pari al 43,3% dell’intera provincia), il “Fermi” accoglie oltre il 30% di quanti studiano a Nuoro, quasi il 15% sul dato provinciale. Tra i Licei regge il Classico che sfiora i 500 alunni, l’istituto magistrale ne ha 474. Tra gli Istituti tecnici l’Agrario ha 349 alunni (a cui si aggiungono gli 84 del corso serale), l’Itc1 ne ha 319 in 18 classi (più 132 del corso serale, 3 classi), mentre i frequentanti l’Itc2 sono 324 in 19 classi. Il Tecnico Industriale “Ciusa” ha 176 alunni in 10 classi, l’ItI “Volta” ne ha 71 in 4 classi. Ai geometri gli alunni sono appena 66 in 5 classi, solo 16 in prima. L’Istituto d’Arte ha 211 alunni in 12 classi. Per quanto riguarda gli Istituti professionali l’Ipaa (Agricoltura e ambiente) ha 29 alunni in 3 classi, l’Ipsia 206 in 13 classi (più i 53 del corso serale).

Scuola secondaria di I grado
Rimanendo in città passiamo alle scuole secondarie di I grado. I dati dell’Ufficio scolastico offrono il quadro dell’ultimo triennio. L’istituto “San Pietro” ha 122 alunni così suddivisi, 39 nelle due classi prime, 35 nelle due seconde e 48 nelle 3 terze, l’ipotesi per l’anno successivo è di una classe prima in più. In via Malta, però, negli ultimi tre anni i ragazzi sono meno, erano 132 nel 2019/20 e 158 nel 2018/2019. Incontrotendenza l’Istituto “Pietro Borrotzu”, qui gli alunni sono 395 (141 in 6 classi prime, 134 in 6 seconde, 120 in 6 terze). L’aumento deglistudenti nella scuola di via Gramsci è significativo, erano 272 nel 2018/19 e 345 nel 2019/20. L’Istituto “Maccioni”, l’unico con il tempo prolungato, ha in totale 205 alunni (103 al tempo normale, 102 al tempo prlungato) suddivisi in 11 classi: qui, pur mantenendo lo stesso numero di classi al tempo normale ma perdendone tre in tre anni al tempo prolungato,si è registrato un calo di alunni dato che loscorso anno erano 223 e nel 2018/2019 ben 283. L’Istituto di “Biscollai”, infine, ha 205 alunnisuddivisi in 11 classi, erano 235 nel 2019/20 e 270 nel 2018/19 quando le classi erano 13. In tutto, quindi, gli alunni che frequentano le “medie” a Nuoro sono 927, erano 983 nel 2018/2019.

Scuola primaria
I bambini che frequentano le elementari in città sono in tutto 1307 suddivisi in 74 classi, se ci voltassimo indietro sfogliando i registri di quarant’anni fa leggeremmo ben altri numeri: nell’anno scolastico 1980/81 le classi erano 208 e gli alunni 3879. Questo è pane per demografi, sociologi, studiosi delle trasformazioni della città, per ora basti fermarsi all’attualità e questi anni ci dicono che i bambini sono sempre meno. Il “Podda” ha 96 bambini e 5 classi al tempo normale e 105 alunni (5 classi) al tempo pieno; a “San Pietro” – che fa parte dell’Istituto Nuoro 1 “Podda” – gli alunni sono 168 in 10 classi. Il “Calamida” – Istituto Nuoro 2 “Borrotzu” – ha 197 alunni al tempo normale (11 classi) e 96 nelle cinque classi del tempo pieno mentre in Via Fiume i bambini sono 108 suddivisi in 6 classi.
A “Furreddu” – Istituto Nuoro 3 “Maccioni” – 124 alunni nelle 8 classi del tempo normale e 59 bambini (4 classi) al tempo pieno. L’istituto Nuoro 4 “Grazia Deledda”, infine, vede in via Carbonia 89 bambini in 5 classi, sono 124 nelle 8 classi a tempo normale e 100 nelle 5 classi a tempo pieno a “Biscollai”. La scuola ospedaliera, presso il reparto di Pediatria del San Francesco, ha 41 alunni in 2 pluriclassi.

Scuola dell’infanzia
Il quadro si completa con la scuola dell’infanzia, qui i dati dell’Ufficio scolastico provinciale non comprendono gli istituti paritari e privati. In totale nelle 10 scuole censite i bambini sono 446. L’istituto “Podda” ha 149 bambini suddivisi nelle scuole di via Malta (31 bambini), Sant’Onofrio (59) e “Straullu” (59). Al “Borrotzu” i bambini sono in tutto 49 tra le scuole di “Istiritta” (31 bambini) e via Trento (18). Il “Maccioni” può contare su 109 bambini suddivisi tra via Aosta (49) e la scuola “Lanzafame” dove i bambini sono 60. L’Istituto “Deledda” ha in totale 139 bambini, di questi 59 sono nella scuola di “Funtana Buddia”, 43 in via Iglesias e 37 in via Tempio.

© riproduzione riservata

Nell’immagine: La carica dei 1500, primo giorno di scuola allo Scientifico (foto di Gigi Olla)