Ats, nuovi canali comunicativi

Da qualche giorno è online il primo numero del periodico aziendale ATSInforma, un ponte tra l’ATS Sardegna e i cittadini, che hanno a disposizione un nuovo mezzo per acquisire notizie sui servizi e le prestazioni sanitarie offerte su tutto il territorio regionale. Rendere la neonata Azienda per la Tutela della Salute più trasparente e vicina ai cittadini, utilizzare la comunicazione per fare salute e prevenzione, far circolare in maniera più rapida e dinamica le notizie all’interno dell’Azienda, sono gli obiettivi che si pone l’ATS Sardegna dotandosi di tre nuovi strumenti di informazione e comunicazione: una propria rivista digitale, il profilo Twitter e la piattaforma intranet aziendale. Far conoscere e diffondere buone pratiche, approfondire i temi della prevenzione e della promozione della salute, aiutare i cittadini a orientarsi all’interno dell’ATS – si legge nel comunicato stampa dell’azienda – sono gli scopi principali della rivista, pubblicata e consultabile gratuitamente sul sito istituzionale www.atssardegna.it. Ma il periodico non è che uno degli strumenti di moderna comunicazione a cui l’ATS sta lavorando. L’Azienda per la Tutela della Salute diventa infatti social -si legge sempre nella nota- e fa il suo debutto su Twitter (nome utente @ATS_Sardegna) dove saranno pubblicate in tempo reale le notizie riguardanti l’Azienda e le singole Aree socio-sanitarie locali. Anche in questo caso, si punta ad accorciare le distanze con il cittadino, offrendogli la possibilità di un dialogo diretto. Inoltre, per i dipendenti,  l’ATS metterà a disposizione l’Intranet aziendale, un portale riservato al personale in cui saranno pubblicati una serie di servizi utili, quali la rubrica telefonica, posta elettronica, la rassegna stampa e notizie sulla vita aziendale, al fine di semplificare la circolazione delle informazioni all’interno della stessa Azienda. «Nel nostro atto aziendale – ha commentato il Direttore Generale dell’Ats, Fulvio Moirano – abbiamo destinato una parte molto importante alle relazioni con i cittadini e gli strumenti messi oggi a disposizione vanno in questa direzione. Nei prossimi mesi proseguiremo su questa lineam, nella speranza di facilitare sempre di più il dialogo e la collaborazione con tutti gli abitanti della Regione».

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn