Arriva la neve ma attenti anche al vento

Avviso di condizioni meteo avverse a causa della neve e del vento  a partire dalle ore 20 di domani, mercoledì 23.gennaio sino alle ore 15 di giovedì 24 gennaio. Lo ha emesso il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile della Sardegna dopo aver esaminato le previsioni del Dipartimento meteoclimatico di SardegnaArpa (foto in alto). Si prevedono – informa un comunicato stampa –  nevicate al di sopra di 200-300 metri, in particolare sulla Sardegna Settentrionale e Centrale e venti localmente forti fino a burrasca con possibili mareggiate da nord-ovest sulle coste sud- occidentali e da nord-est su quelle nord orientali.

I consigli della Protezione civile

NEVE: massima prudenza limitando gli spostamenti in auto ai soli casi indispensabili, prestando attenzione al fondo stradale; guidare con particolare prudenza in quanto è possibile la formazione di ghiaccio sulle strade. Non utilizzare mezzi di trasporto a due ruote. Si ricorda che lungo la strada statale 131 dal Km 137+900 al Km 179+500 (altopiano di Campeda), per effetto dell’Avviso, vige l’obbligo di catene a bordo o l’utilizzo di pneumatici invernali (da neve) oppure di altri mezzi antisdrucciolevoli omologati e idonei ad essere immediatamente utilizzabili  per effetto (ordinanza ANAS n. 91 Prot n. CCA-0047173-P del 06.12.2012). «Tutta la popolazione – si legge nella nota – è obbligata a seguire le norme di comportamento previste dal Piano di Protezione Civile del proprio Comune, in particolar modo i soggetti impegnati in attività svolte nelle aree più a rischio (es. aziende agricole, agrituristiche e zootecniche, allevatori, ecc.), le persone che obbligatoriamente devono sottoporsi a cure mediche presso ospedali o coloro che hanno esigenza di essere vicino a centri di cura o punti nascita. Le norme di comportamento da adottare prima, durante e dopo fenomeni di carattere nevoso sono consultabili al seguente indirizzo web http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_cosa_fare_idrogeologico.wp?contentId=APP34729».

VENTO E MAREGGIATE: massima prudenza se ci si trova alla guida di un’automobile o di un motoveicolo perché soprattutto le forti raffiche laterali tendono a far sbandare il veicolo; prestare quindi particolare attenzione nei tratti stradali più esposti, come quelli all’uscita dalle gallerie e sui viadotti. Inoltre è inopportuno circolare con mezzi telonati e caravan. «Sulle zone costiere, alla forte ventilazione è associato il rischio mareggiate – ricorda sempre Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile della Sardegna – in particolare se il vento proviene perpendicolarmente rispetto alla costa. Per questo bisogna prestare la massima cautela nell’avvicinarsi al litorale o nel percorrere le strade costiere evitando la sosta sulle strutture esposte a mareggiate. Evitare la balneazione e l’uso delle imbarcazioni. Le norme di comportamento da adottare prima, durante e dopo fenomeni di vento e mareggiate sono consultabili al seguente indirizzo web: http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_cosa_fare_idrogeologico.wp?contentId=APP29842.

La situazione meteo dovrebbe migliorare nel pomeriggio di giovedì. Secondo il Dipartimento meteoclimatico di SardegnaArpa, infatti, «le giornate di venerdì e sabato saranno caratterizzate da cielo nuvoloso. Le temperature tenderanno ad un aumento. I venti soffieranno deboli o moderati dai quadranti settentrionali con rinforzi lungo le coste. I mari saranno agitati o molto agitati».