Amianto a Ottana, commissione inchiesta

Una commissione d’inchiesta sulla presenza dell’amianto nella fabbriche sarde e. soprattutto. per capire perché ai lavoratori dell’ex Enichem, a partire da Ottana, non sono stati riconosciuti gli stessi diritti dei loro colleghi che lavoravano nelle fabbriche gemelle d’oltre Tirreno. La richiesta, sotto forma di una formale proposta di legge, arriva dai gruppi dell’opposizione di centrodestra in Consiglo regionale: “Da parte del Governo vogliamo valide motivazioni sul perché i lavoratori sardi non hanno avuto i benefici della L.257/1992 mentre quelli di Porto Marghera, Brindisi e Ravenna ne hanno beneficiato – spiega il capogruppo Forza Italia, il nuorese Pietro Pittalis –  e perché non hanno mai avuto accesso alla tutela sanitaria specifica degli ex esposti all’amianto sebbene in Sardegna la legge regionale 22 del 2005 abbia istituito il registro e affidato tutto allo Spresal”. Sulla stessa linea i consiglieri regionali dell’Udc Giorgio Oppi, Alfonso Marras e Giuseppino Pinna compatti nel denunciare l’assurda disperati di trattamento tra gli operai sarda e i loro colleghi gimpegnati, per fare un esempio, a Porto Marghera, Brindisi e Ravenna – continuano – con la mancata copertura delle spese relative agli esami diagnostici e di laboratorio, ma anche alle visite e alle terapie specialistiche. Senza dimenticare il fatto che ai familiari dei lavoratori deceduti viene negato il diritto al risarcimento per la morte legata alla malattia professionale dei loro congiunti”. L’iniziativa del centrodestra è destinata a riportare all’attenzione una vertenza che negli ultimi mesi è stata strappata all’oblio soprattutto grazie all’iniziativa dell’area Sardegna (Associazione esposti all’amianto), Cgil e Anmil Nuoro, già approdata in Consiglio regionale con le mozioni dei consiglieri di maggioranza Daniela Forma e Daniele Cocco, l’intervento del presidente della Camera Laura Bordini che ha ricevuto le vedove dei lavoratori di Ottana uccisi dall’amianto e un’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Nuoro.