Alle urne un milione 470mila 463 sardi
di Redazione

23 Febbraio 2019

3' di lettura

Sono un milione 470mila 463 gli elettori (750.081 donne e 720.382 uomini) i sardi chiamati domani – domenica 24 febbraio 2019 – per eleggere il Presidente della Regione e il Consiglio regionale. Il Governatore è eletto con un sistema maggioritario: chi ha più voti viene eletto, senza ballottaggio, ma la sua coalizione si vedrà assegnare col sistema proporzionale un premio diverso a seconda dei voti ottenuti:  il 60% dei seggi del Consiglio (36 su 60) se il presidente eletto ha ottenuto più del 40% dei voti; il 55% dei seggi (33 su 60) se  ha ottenuto tra il 25 e il 40%. Non è previsto alcun premio di maggioranza se il presidente eletto ha ottenuto meno del 25%. La soglia di sbarramento è fissata al 10% per le liste che si presentano in coalizione e al 5% per le liste non coalizzate

I seggi saranno aperti dalle ore 6.30 potrà votare chi fino alle ore 22 sarà presente al seggio dove l’elettore deve presentarsi munito della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. Per quanto riguarda Nuoro città si ricorda che le due sezioni ospitate nella scuola media di via Tolmino dichiarata inagibile sono state trasferite la numero 26 nella Scuola Materna di via delle Frasche e la numero 27 nelle Elementari via Malta. Qualora la tessera elettorale sia stata smarrita o si sia deteriorata, si può chiedere il duplicato o l’attestato sostitutivo rivolgendosi, anche il giorno del voto, all’Ufficio elettorale del Comune di iscrizione nelle liste elettorali. Presso il seggio viene consegnata ad ogni elettore un’unica scheda di colore verde con una matita copiativa. Sulla scheda l’elettore può esprimere il proprio voto sia per un candidato alla Presidenza della Regione sia per una qualunque delle liste circoscrizionali, anche non collegata al Presidente votato (voto disgiunto). É possibile esprimere uno o due voti di preferenza per i candidati consigliere delle liste circoscrizionali indicando il cognome ovvero il nome e il cognome dei candidati prescelti. Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono riguardare due candidati di genere (un uomo e una donna o viceversa)diverso della stessa lista circoscrizionale. Espresso il voto, la scheda deve essere ripiegata e consegnata insieme alla matita copiativa. Il Presidente del seggio accerta che la scheda restituita sia piegata correttamente e la deposita nell’urna. Concluse le operazioni divoro i seggi riapriranno lunedì alle 7 per le operazioni di spoglio che dovranno in ogni caso concludersi entro le 19: le sezioni che a quell’ora non avranno finito, il conteggio sarà sospeso e lo spoglio verra effettuato dal tribunale. Nell’immagine,le rappresentazioni grafiche della Regione esemplificano le modalità con le quali si esprime il voto e non riproducono il modello della scheda elettorale contenuto nella L.R. n.16/2013.  

Le coalizioni e i candidati della circoscrizione di Nuoro

   

Condividi
Titolo del podcast in esecuzione
-:--
-:--