Fino al 12/6 viaggi solo in continuità territoriale

Da domani –  mercoledì 3 giugno – si torna a viaggiare da è per la Sardegna, senza condizioni restrittive  ma solo via mare e via cielo nelle tratte in continuità territoriale. Per la ripresa completa bisognerà attendere il 13 giugno quando i collegamenti riprenderanno senza “passaporti sanitari” o “certificati di negatività” che dir si voglia. Su questo fronte il presidente della Regione Christian Solinas ha dovuto battere in ritirata anche se dal Governo è arrivata un’apertura per il cosiddetto “piano B”:  ogni passeggero in arrivo dovrà obbligatoriamente registrarsi e sul sito della Regione o attraverso la App “Covid 19 Regione Sardegna” scaricabile dagli store di Google e Apple già utilizzata per chiedere nei due mesi di blocco l’autorizzazione a sbarcare nell’isola, inoltre è prevista la compilazione di un questionario epidemiologico che dovrebbe permettere in caso di allarme anche di rintracciare il turista e si aspettano i dettagli sulla proposta del voucher  da spendere in centri culturali, per visitare aree archeologiche o acquistare prodotti locali per incentivare l’effettuazione in un laboratorio autorizzato dei testi in cui certificazione deve essere esibito all’arrivo.
Intanto da domani scattano le nuove disposizioni per il trasporto aereo e marittimo per i collegamenti da e per la Sardegna con la conferma delle precedenti misure per le navi da crociera con bandiera estera, contenute nel decreto firmato oggi dalla ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli. Per quanto riguarda il trasporto aereo – informa l’agenzia Dire –  l’operativita dei servizi è limitata agli aeroporti di Alghero, Ancona, Bari, Bergamo-Orio al Serio, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze-Peretola, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, e Venezia Tessera. Negli aeroporti commerciali non inclusi nell’elenco sono consentite le attività di aviazione generale. L’Enac, previo parere conforme della ministra De Micheli, potrà integrare l’elenco degli aeroporti oggi già operativi. Non è prevista alcuna limitazione per gli spostamenti da e per la Sicilia. Per la Regione Sardegna, spiega una nota, «considerata la particolare situazione dell’organizzazione sanitaria dell’isola», fino al 12 giugno il trasporto marittimo e aereo (su Cagliari, Alghero e Olbia) di viaggiatori di linea da e verso la Sardegna è limitato ai servizi svolti in continuità territoriale in servizio pubblico. Il trasporto delle merci non è invece soggetto a limitazioni. A partire dal 13 giugno è previsto il riavvio di tutti i voli domestici da e per la Sardegna e anche il trasporto marittimo passeggeri non avrà limitazioni. Infine, alle navi di bandiera estera impiegate in servizi di crociera è consentito l’ingresso nei porti italiani esclusivamente ai fini della sosta inoperosa. Le disposizioni del decreto sono efficaci fino al 14 giugno 2020.

In pratica, quindi – come precisa l’Agenzia Ansa –  da mercoledì 3 giugno Alitalia  riprende solo i collegamenti in continuità territoriale con Roma e Milano e i tre scali di Cagliari, Olbia e Alghero. Il primo volo da Fiumicino atterrerà domani a Cagliari-Elmas alle 9.05, poi sempre da Roma ne arriveranno ancora tre nel corso della giornata più altri tre da Malpensa. Ad Alghero-Fertilia  il debutto è da Fiumicino con atterraggio alle 10.25 e da Malpensa alle 16.35; a Olbia- Costa Smeralda, arrivo alle 10.15 del volo che partirà da Fiumicino e alle 16.40 quello da Malpensa. Tutto da verificare l’impatto sul turismo. L’obiettivo di Solinas è raggiungere i due milioni di presente (un milione in meno rispetto allo scorso anno) ma sembra un traguardo difficile anche per le incertezze di questi giorni che hanno portato molti alberghi a prorogare la chiusura. Per quanto riguarda gli aerei poi da verificare l’impatto della riduzione sulle rotte da Roma e Milano dei posti disponibili a causa del taglio da parte di Alitalia di dieci voli al giorno e della riduzione per prevenzione sanitaria. Il vero impatto lo si potrà vedere già nelle prenotazioni dal 13 giugno con l’operatività di tutte le compagnie, comprese le low cost.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn