Agricoltura, “A rischio 5 dop”

“Il settore vinicolo, uno dei principali della Sardegna, ha subito fortemente la crisi Covid con una riduzione del 70% delle vendite. A questo momento di difficoltà si è aggiunta una nuova disposizione comunitaria, che liberalizzando il sistema delle denominazioni d’origine e le indicazioni territoriali-geografiche mette a rischio 5 Dop sarde: i vitigni che ne fanno parte potranno essere utilizzati in altri territori e nelle indicazioni in etichetta dei vini prodotti in territori al di fuori della Sardegna”. Lo afferma il deputato del Pd Andrea Frailis, primo firmatario di un’interrogazione alla ministra delle Politiche agricole Bellanova riguardo il rischio, a seguito dell’approvazione del regolamento delegato Ue 33/2019, di perdere 5 Dop nel settore vinicolo. “Chiedo quindi alla ministra Bellanova- prosegue Frailis- di trovare soluzioni alternative che permettano alle aziende vitivinicole isolane di tutelare queste denominazioni, proteggendo dei prodotti fortemente rappresentativi della Sardegna all’estero. Oltre al fattore economico, vedere i nomi dei vini sardi in etichette non locali sarebbe un’enorme dolore, non solo per gli operatori del settore ma per tutto il popolo sardo”.