Acli Nuoro, nuovo presidente

Il nuovo Consiglio Provinciale delle Acli di Nuoro, nella sua prima riunione dopo il Congresso del 26 settembre, ha eletto all’unanimità il nuovo Presidente e rinnovato gli organi dirigenti.
Salvatore Floris, nuorese di 42 anni, sociologo e già Presidente del Nucleo Culturale delle Acli di Nuoro, sarà al timone dell’Associazione per il prossimo quadriennio.
«Viviamo tempi complessi e difficili – ha detto il neo presidente dopo la sua elezione -, una crisi sanitaria imprevedibile ha indebolito fasce di popolazione già fragili, minando, nel contempo, certezze di famiglie e persone finora esenti da problemi economici e sociali. Noi non possiamo rassegnarci e arrenderci ma dobbiamo rimboccarci le maniche e reagire; solo con le idee e l’impegno riusciremo a mettere le basi per un futuro migliore. Le Acli ci sono sempre state e continueranno ad esserci, soprattutto in momenti come questo. Ci saranno con i propri servizi, con le iniziative di inclusione sociale, di beneficienza e culturali, con la formazione rivolta ai giovani e agli anziani. Ci aspetta un quadriennio di progetti a lungo termine, dalle basi solide, i cui benefici avranno ricadute positive per lungo tempo. Ci impegneremo per una maggiore penetrazione nel territorio, per creare una rete capillare che sia in grado di intercettare i bisogni e le idee di una comunità piena di risorse e voglia di fare»La Presidenza Provinciale che accompagnerà Salvatore Floris sarà composta da Domenico Murgioni Vicepresidente con delega all’Ogliastra, Cristian Fancello, Responsabile della Progettazione e dello Sviluppo Associativo, Brunilde Sini, Responsabile dell’Amministrazione e del coordinamento delle associazioni specifiche, oltre che da Silvia Angioi, Peppino Rubanu e Gian Filippo Veneruso. Vicepresidente Vicario è stato eletto il presidente uscente Salvatore Urru.