La disabilità invisibile al Museo Nivola
di Franco Colomo

3 Marzo 2020

3' di lettura

Evento sulla disabilità al Museo Nivola al Museo Nivola di Orani sabato 7 marzo  alle ore 18. Verrà proiettato il film “Con la S maiuscola”, documentario dell’associazione di Promozione Sociale Inmediazione nato all’interno del progetto “Un ponte tra due mondi” finanziato con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese. Si tratta del proseguo del progetto dell’Associazione dedicato all’accessibilità culturale e l’intento è quello di indagare insieme a persone udenti e sorde le difficoltà della comunicazione. Un primo modo per farlo potrebbe essere quello di saperne qualcosa di più sulla sordità, la cosiddetta “disabilità invisibile”. La persona sorda è una persona che non sente. Sembra non ci sia altro da sapere sulla sordità, ma non è così. In un mondo a misura di persone udenti, le persone sorde si trovano ad affrontare quotidianamente problemi di comunicazione: dall’accesso all’informazione e alla cultura, all’istruzione e alla formazione. Per oltre duemila anni e sino al secondo dopoguerra le persone sorde non potevano contrarre matrimonio, ereditare, né avere alcun tipo di possedimento. La storia dei sordi è sconosciuta ai più. È la storia di una comunità unita da una lingua (quella dei segni), da una cultura e un’identità. Quella Sorda, con la S maiuscola. “Con la S maiuscola” è stato realizzato con le riprese di quattro persone sorde, seguite nella loro quotidianità tra famiglia, lavoro, interessi e tempo libero; l’intervento di Rita Sala, docente di Deaf Studies e Interprete LIS professionista, e un’accurata selezione di materiali d’archivio ricavati da filmati dell’Istituto Luce e dalle testimonianze fotografiche, testuali e video dell’Ex Istituto per Sordi “Tommaso Pendola” di Siena, che oggi ospita un museo dedicato alla sua storia. Il progetto è a cura di Inmediazione, un’associazione di Promozione Sociale nata a Cagliari nel 2011 da un gruppo di professionisti con esperienza pluriennale su tematiche sociali nel campo della produzione audiovisiva, comunicazione, disabilità. Nel 2015 l’associazione è stata selezionata tra i 50 progetti culturali italiani vincitori del Bando Funder35 della Fondazione Cariplo per imprese culturali. Nell’ultimo anno nell’ambito del progetto vincitore di Funder35 “Voice of the voiceless”, l’attività dell’associazione si è concentrata sul tema dell’accessibilità culturale con il progetto “Paesaggi Visivi e Sonori della Sardegna” per la diffusione di buone pratiche in tema di cultura accessibile in Sardegna, finanziato dalla RAS nell’ambito dei contributi annuali alle associazioni di promozione sociale. L’associazione realizza laboratori di sensibilizzazione alla sordità e pratica LIS (Lingua dei Segni Italiana) rivolti principalmente a insegnanti, operatori che lavorano nell’ambito del sociale e della cultura. In questi anni sono stati realizzati progetti finanziati da vari enti a livello regionale e nazionale, creando materiale video come documentari, cortometraggi, spot per il sociale, esiti video di laboratori scolastici, attività teatrale in LIS con attori sordi e udenti. Il festival internazionale dedicato al cinema per l’autismo “Autismovie”, realizzato in collaborazione con Diversamente Onlus, nel 2012 è stato inserito nella rete nazionale ISICULT per le eccellenze nel sociale. © riproduzione riservata

Condividi
Titolo del podcast in esecuzione
-:--
-:--