118, convenzione Areus per coop e volontari

Nessun vuoto nell’operatività del 118: oggi il direttore generale dell’Areus Giorgio Lenzotti (foto in alto)  ha firmato il subentro dell’Azienda Regionale Emergenza Urgenza Sardegna da domani 1 febbraio nelle convenzioni intercorrenti tra l’ATS  (Azienda sanitaria unica) e le associazioni di volontariato e le cooperative sociali, con la contestuale proroga fino al 31 dicembre 2019. Il provvedimento riguarda 193 organizzazioni che in tutta la Sardegna garantiscono, parzialmente, con la prevista reperibilità o 24 ore su 24, l’assistenza territoriale in emergenza-urgenza regolata da una convenzione unica per tutta la Regione. «La proroga – si legge nella delibera – si rende necessaria per garantire la continuità del servizio e per procedere alla ridefinizione del nuovo schema di convenzione attualmente vigente, approvato con delibera G.R. n. 44/4 del 4/11/2011, anche in relazione alle modifiche introdotte per gli enti del Terzo settore con i decreti legislativi n. 112 e 117, del 3 luglio 2017».

Resta quindi aperta la questione del rinnovo della convenzione con l’aggiornamento dei rimborsi che oggi costringerebbero molti a lavorare addirittura in perdita. Sulla questione è in corso una vertenza che ha spinto nei giorni scorsi alcune associazioni a firmare un duro documento nel quale paventano addirittura tagli al servizio anziché il promesso potenziamento e migliore retribuzione, convocando un’assemblea regionale  per l’8 febbraio a Tramatza (https://www.ortobene.net/118-volontari-coop-cerca-soccorso/ ). Dall’iniziativa si è però dissociata l’Anpas Sardegna. «Trascinare Anpas nella contrapposizione e diatriba politica, in coincidenza con le imminenti elezioni regionali, non fa altro che disconoscere e offendere l’animo profondo di una realtà associativa, mai schierata nel ring partitico-politico, mai avvezza alle strumentalizzazioni. Pertanto – ha infatti dichiarato Lucia Coi, presidente regionale dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze – non intendiamo farci tirare per la giacca ma proseguire il proficuo cammino di dialogo, messo in piedi in questi due anni con la dirigenza dell’Areus, auspicando il coinvolgimento di tutte le realtà cooperative e Croce Rossa comprese. Siamo certi che le questioni ancora aperte, in tema di rinnovo delle convenzioni 118, troveranno l’approfondimento e l’attenzione utile».

La delibera firmata oggi da Giorgio Lenzotti cancella una delle preoccupazioni sottolineate in quel documento dove si denunciava che dopo la delibera del direttore generale dell’Ats Fulvio Moirano chefaceva cessare il 31 gennaio le convenzioni con associazioni di volontariato e cooperative sociali «senza che ci sia dato sapere se vi sia, da qualche parte, un contemporaneo atto che ne dispone i termini di proseguo». Quell’atto è arrivato oggi e da domani anche il personale delle 23 stazioni di base della provincia di Nuoro, dialogherà direttamente con l’Areus che, come specificato nella delibera, prevede di spendere fino al 31 dicembre 2019 – salvo rinnovo delle convenzioni – complessivamente venti milioni di euro.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn